mercoledì 8 maggio 2013

I Fritti della Nonna. Buoni propositi? Posticipati!

Lo so, lo so...avevo promesso che avrei iniziato la settimana con una dieta "depurativa" e leggera.
Ma poi ieri sera, cercando di programmare i pasti di oggi, mi sono improvvisamente tornati alla mente i meravigliosi e morbidissimi Fritti della Nonna, una stuzzicheria molto poco dietetica preparata dalla mia nonna paterna durante le mie lunghissime, spensierate estati trascorse in campagna.
Questa preziosa ricetta di famiglia è la versione salata del Latte Dolce Fritto, tipico piatto della tradizione ligure che fa parte del fritto misto di terra ma che può essere gustato anche separatamente a fine pasto.

















I Fritti della Nonna 
(Fritti salati di latte)



Ingredienti

500 ml di latte parzialmente scremato
3 cucchiai colmi di farina
1 uovo e un tuorlo
olio extravergine di oliva 
prezzemolo tritato
pangrattato
sale


In un tegame dal fondo antiaderente e in un cucchiaio d'olio extravergine di oliva, soffriggere il prezzemolo tritato. Togliere la pentola dal fuoco, versare tre cucchiai colmi di farina, unire il latte.e miscelare bene. Rimettere sul fuoco e mescolare ancor con una frusta a mano. Cuocere 10 minuti dal bollore, sempre mescolando (la consistenza è quella una besciamella molto densa). A fuoco spento, incorporare al composto un tuorlo d'uovo. Versare l'impasto su un piatto largo leggermente unto e livellarlo con una spatola in silicone inumidita. Fare raffreddare.
Tagliare poi il composto a quadratini, passarli nell'uovo sbattuto con l'albume rimasto, nel pangrattato e friggere in  olio extravergine di oliva.
Servire come finger food per l'aperitivo o come, sostanzioso, secondo piatto.


Nota

Il composto dal quale si ricaveranno i quadrotti si può preparare il giorno prima e si conserva in frigorifero coperto da un foglio di pellicola da cucina.


3 commenti:

  1. Bello!! Il latte dolce fritto!!
    La mia nonna me lo faceva spesso!!
    E' squisito!!
    Ciaoo!!

    RispondiElimina
  2. Questa versione salata, come quella dolce, è pericolosissima! Uno tira l'altro!!!
    Grazie infinite, Silvia e a presto

    RispondiElimina
  3. che ricetta preziosa davvero!!!!!

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.