mercoledì 3 luglio 2013

Lonza all'arancia e aceto balsamico. Vecchie agende e la filosofia del "meglio rimandare a domani quello che avrei dovuto fare ieri"

Questa mattina mi sono improvvisamente ricordata di quella vecchia, introvabile, agenda che, quindici anni fa (ma credo anche di più) utilizzavo per incollarvi i ritagli di quelle ricette che trovavo sulle riviste di cucina e che più mi stuzzicavano. Ho anche rammentato che qualcuno promette sempre di liberare, da una moltitudine di oggetti ormai inutili ed inutilizzabili, quella io chiamo la stanza dei miei incubi (la cantina/ripostiglio)Visto che non "siamo" proprio esperti in materia di bricolage e di riciclo, che non sia giunta l'ora di fare questo passo importante? Avete notato l'utilizzo della prima persona plurale? Che io sia vagamente ironica?
Tornando all'agenda, ho avuto un'illuminazione: che fosse proprio finita lì in mezzo? Lei che proprio inutile non è? Difatti era lì, la preziosissima guida culinaria del mio periodo da sposina. 
Da quell'agenda il piatto che vi propongo oggi. Dalla grafica,  la rivista dalla quale è estratta, potrebbe essere un vecchio numero di Cucinare. Ho solo effettuato qualche piccola modifica (ad esempio ho sostituito, nella salsina, il burro con il latte) che, fortunatamente, non ha pregiudicato il risultato della ricetta. Ricetta che mi ha permesso di utilizzare due arance ,ormai fuori stagione, ma ancora perfette e sugose grazie all'insolito clima di quest'ultimo periodo. E' una preparazione magari non proprio estiva, ma spero vi sia gradita!




Lonza all'arancia e aceto balsamico
ricetta estratta (e leggermente modificata) credo, da un vecchio numero di Cucinare

Ingredienti

1 kg di lonza di maiale
il succo di due grosse arance (circa 200 ml)
1 rametto di rosmarino
2 foglie di alloro
2 spicchi d'aglio
3 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio di zucchero di canna
2 cucchiai di aceto balsamico
10 ml di latte
1 cucchiaio di fecola
1 pizzico di sale

Ungere la carne con un cucchiaio di olio evo. Massaggiarla un minuto con le mani. Porla in una capiente ciotola e bagnarla con il succo di arancia. Unire nel recipiente alloro, rosmarino (lavati e asciugati) e gli spicchi d'aglio sbucciati e schiacciati. Lasciare marinare per circa 8 ore nella parte meno fredda del frigorifero, voltandola ogni tanto perché si insaporisca bene. Trascorso il tempo necessario, togliere la carne dalla marinata, asciugarla e ungerla con un cucchiaio di olio evo. Scaldare il forno a 210°. Ungere la teglia (che contenga di misura la carne, preferibilmente ovale, con il bordo alto circa 6/7cm), mettervi la lonza, infornare per 15 minuti, voltando 2-3 volte con l'aiuto di due cucchiai (deve formarsi una crosticina dorata). Abbassare il forno a 170°. Versare sulla lonza due cucchiai di marinata filtrata e cuocere ancora per 30 minuti. Se serve, bagnare con poca marinata. Mescolare in una ciotolina lo zucchero di canna, l'aceto balsamico, il sale ed un cucchiaio di marinata. Spalmare questo miscuglio sulla lonza. Alzare la temperatura a 210° e cuocere per altri 5 minuti. Togliere poi la carne dalla teglia, rifasciarla con un foglio di alluminio e sigillare bene. Filtrare attraverso un colino il liquido della marinatura rimasto, versandolo in un tegamino. Aggiungere il latte mescolato con la fecola. Lasciare addensare 5 minuti mescolando. Tagliare l'arrosto, versarvi la salsina e servire.

26 commenti:

  1. Perbacco MG cos'hai tirato fuori dl cilindro magico della cantina!!!!! Dev'essere buonissimo! L'incontro tra arancia, aceto balsamico e zucchero poi.... credo rendano tutto decisamente prelibato. Bravissima!!!! Ogni tanto serve fare oggi quello che avremmo rimandato a.... mai!! Ahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani andrò a scartabellare ancora...ma quanto ho ritagliato?! Dovrò fare un po' di ordine e catalogare meglio! Perché se non ci penso io... ;)
      ma anche... :(
      Grazie, Erica!!!
      Bacioni

      Elimina
  2. Eccome se gradisco...ha proprio un aspetto molto invitante...baci ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Rosalba!!!
      Un abbraccio grande e buona serata!

      Elimina
  3. Solo un'agenda? Io ho quaderni che stanno perdendo le pagine, cartellette così piene di ritagli che sono lì lì per scoppiare. Dovrò decidermi e fare pulizia, ma se poi dovessi perdere ricette datate sì, ma gustosissime come questa?
    Buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, Daniela! Quanti fogli volanti che non si ha mai tempo di catalogare ordinatamente! Questa era la mia agenda da "sposina" più o meno alle prime armi! Avevo perso le speranze di ritrovarla! Grazie infinite, Daniela.
      Buon pomeriggio!

      Elimina
  4. allora evviva le vecchie ricette ahahaha buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che vecchie, Licia! Chi se le ricordava! E adesso rinfreschiamo la memoria alle papille gustative! :)
      Baci e a presto!

      Elimina
  5. Bè non è che ora siccome è estate dobbiam mangiare solo insalate, no? Io poi faccio parte di quella schiera che ad accendere il forno proprio non ci rinuncia. L'abbinamento della lonza di maiale con l'arancia mi piace moltissimo, diciamo pure con tutti gli agrumi in genere. L'aggiunta di zucchero e aceto rende speciale quella salsina, bella ricetta! Ciao :-)

    RispondiElimina
  6. Hai capito!! che ricetta :-)... mi hai fatto ricordare i fogliettini.. che son riamsti a casa di mia mamma.. valli a ritrovare!!!! Buonissima davvero la carne così.. con quella salsetta.. :-) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Claudia! Una raccolta fai da te perduta nei meandri del ripostiglio. Mi armerò di pazienza e autocontrollo alla ricerca di altre ricette perdute! :)
      E sì, le nostre case sono invase da foglietti e fogliettini!
      Bacioni e a presto!

      Elimina
  7. Wow, davvero interessante questa ricetta, la provero' senz'altro! Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto particolare, Laura. Vedi a volte che sorprese si manifestano in cantina! :)
      Grazie, carissima Laura.
      Un bacione e a presto

      Elimina
    2. Ciao Maria Grazia, grazie di essere passata a farmi visita! ricambio con un saluto e mi unisco ai tuoi lettori con piacere! patrizia

      Elimina
  8. buona la lonza cosi'!io la cucino spesso....è un'idea sfiziosa per farla diversa dal solito!brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito dell' agenda "delle meraviglie" che mi ha riportato ai miei primi esperimenti :)
      Grazie di cuore, Annalisa!
      Buon pomeriggio e a presto

      Elimina
  9. Ottimo cara!!!
    Un connubio favoloso...il maiale sposa benissimo con l'arancia..poi con quel tocco di balsamico,bravissima!! ;-)
    Buona serata a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Daiana! Una ricetta ritrovata dopo, più o meno, 15 anni!
      Buon pomeriggio
      Un abbraccio!

      Elimina
  10. ahahah...io ho la lavanderia che sta diventando un ripostiglio un po' troppo affollato *_*!!! Bello ritrovare queste agende/diari, saltano sempre fuori delle ottime idee ^_*
    Brava tesorina <3
    la zia Consu
    ps: chissà cos'altro ci riserverai..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, è già andata molto ma molto bene che l'abbia ritrovata, la mia vetusta agenda! :)
      Da quando mi si è nuovamente manifestata, sto sfogliando e risfogliando ritaglietti e appunti...
      Grazie infinite, dolcissima zia Consu!
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  11. Ancora non fa caldissimo e ad un piatto così non si può rinunciare !!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Mary, oggi già fa un pochino più caldo rispetto a ieri ma, impavida, proseguo con i cibi non proprio leggeri ed il forno a pieno regime :)...fino a che non inizierò a liquefarmi :)
      Bacioni

      Elimina
  12. Complimenti per la ricetta appetitosa e aromatica, la preparerò sicuramente!!!! Baci e felice serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara Paola! Un tentativo andato a buon fine :)
      Un abbraccio grande e buon pomeriggio!

      Elimina
  13. A giudicare da questa ricetta golosa l'agenda deve esserti finita davvero per errore in cantina...
    Anche io se metto qualcosa fuori posto la scordo, poi quando faccio ordine (da sola manco a dirlo) tiro fuori i fossili...
    Un bacio!

    RispondiElimina
  14. Diciamo che in casa abbiamo ognuno un concetto molto personale del riordinare...ma non voglio essere polemica :)
    Questa volta sono stata fortunata e ho ritrovato la testimonianza del mio periodo di apprendista ai fornelli :)
    Grazie di di cuore, Cristina!
    Un caro abbraccio e a presto!

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.