martedì 3 settembre 2013

Focaccia semintegrale al rosmarino e olive taggiasche. Lady Rosemary attende in anticamera...Sorry, volevo dire in forno, signori.

Questa focaccia mi riporta ai tempi della scuola materna di Topolo. Scuola che, soprattutto il primo anno, fu frequentata, come spesso succede a quell'età, praticamente a settimane alterne. Questo a causa di una serie infinita di raffreddori, virus influenzali, laringiti e via di seguito. Rimanendo in casa e lontano dagli altri bimbi, ogni giorno, dopo ore trascorse chini su un gioco da tavolo, si cercava sempre di escogitare qualche nuovo passatempo. Così se un giorno ci si cimentava nel cercare di riprodurre un lavoretto visto in Art Attack, quello successivo si preparava una torta o dei biscotti. Quello dopo ancora gli gnocchi di patate o impasti di altro tipo. Poi venne la gara a chi dava il nome più carino ad ogni lievitato salato che non fosse la pizza. La focaccia al formaggio tipo Recco venne battezzata con un poco originale Riky e la focaccia sottile al rosmarino altrettanto banalmente Rosemary. Poi, nel tempo all'ingrediente base di quest'ultima se ne sono aggiunti altri , la scelta delle farine per l'impasto è più volte variata ma il nome, è rimasto lo stesso. Anche perché fa po' pensare a un'aristocratica signora inglese d'altri tempi. Insomma, un'elegante nobildonna  in stile Downton Abbey, sottile e molto gradevole, proprio come questa focaccia.






Focaccia semintegrale al rosmarino e olive taggiasche (a.k.a. Rosemary)

Ingredienti
(per una teglia 38x28 cm)

250 ml di acqua tiepida
10 g di lievito di birra (cubetto)
3 cucchiai olio evo
130 g di farina integrale (io Petra 9 Molino Quaglia, macinata a pietra)
100 g di farina 00
270 g di semola rimacinata di grano duro
1 cucchiaino abbondante di miele
2 rametti di rosmarino
100 g di olive taggiasche denocciolate
sale

Nella mdp (o nella ciotola della planetaria) introdurre l'acqua tiepida, sciogliervi il lievito. Aggiungere l'olio, le farine precedentemente setacciate e ben miscelate, il sale, il miele, il rosmarino tritato e le olive taggiasche tagliate grossolanamente. Impastare fino ad ottenere un composto liscio e lasciarlo riposare per dieci minuti. Stendere poi l'impasto con le mani, adagiarlo sulla teglia rivestita di carta da forno e condire con un filo d'olio evo. Cuocere in forno preriscaldato a 220° per 20' (tempo necessario con la funzione Pizza del mio forno) o fino a che la superficie della focaccia sarà ben dorata.
Ottima il giorno dopo scaldata nel tostapane.



59 commenti:

  1. che buona! credo che inviterò anche nella mia cucina Lady Rosemary al più presto!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una signora davvero...gradevole, Linda! :)
      Ti piacerà!
      Un caro abbraccio a te e buona serata!

      Elimina
  2. hai il forno con la funzione pizza? bello! il mio a malapena fa il fuoco più o meno forte :D buona questa focaccia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il povero vecchio forno ha dato forfait un paio d'anni fa e il nuovo arrivato è decisamente più...dinamico! :)
      Grazie mille, carissima!
      Un abbraccio e a presto

      Elimina
  3. Troppo forte! ::
    Una lady focaccia ottima e l'immagine rende bene l'idea della sua bontà. :)
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima!!!
      Un abbraccio grande anche a te e buona serata!

      Elimina
  4. buonaaaa adoro i lievitati!!!! buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Federica!!!
      Un bacio e buona serata!

      Elimina
  5. Prima mi hai riempita di tenerezza, poi di simpatia e infine di golosità! Ma quanto sei bella, amica mia!! :D Ahah, Rosmary e Ricky... direi che questa bella signora non solo ha il sapore intenso dei ricordi, ma anche una bontà innata e avvolgente!! Un abbraccio, tenera stella.. sei super, veramente speciale e ti voglio bene! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, scaldi sempre il mio cuore con la tua dolcezza e la tua sensibilità! Sei sempre troppo carina con me! Grazie dal profondo del cuore, Ely!
      Con tanto tantissimo affetto, ti auguro una buona serata e a prestissimo, tesoro!

      Elimina
  6. Povero Topolo!!!! Però è bello quando si insegnano i lavoretti manuali per passare il tempo, sono creativi e stimolano la fantasia! Questa focaccia divina invece a me stimola la gola :)))))) Super gnammmmmmmmmmm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bei tempi, Luna! Quelle suggestive giornate uggiose con la pioggia che batte sui vetri, totalmente immersi in un mondo di fiaba!
      Grazie di cuore!!!
      Un abbraccio

      Elimina
  7. Ma niente male davvero!!
    Brava Mary, te ne prenderei una bella fettina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io sarei felice di offrirtene anche due, Silvia! Grazie!!!

      Elimina
  8. che buona questa focaccia, sempre bravissima!!!
    baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Simona! E tu sei sempre gentilissima!
      Un bacio grande!

      Elimina
  9. Piacere di conoscerla Miss Rosmary.
    Sinceramente vostro,
    Monsieur Tatin :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piacere è mio, Monsieur Tatin! :)
      So che ciò che sto per dirle potrà sembrare molto poco educato, soprattutto detto da una signora del mio "rango", ma...ha portato per caso con sé una delle sue magnifiche, strepitose preparazioni? :)
      Grazie, Leonardo!!!

      Elimina
  10. Buona Mg ...mangerei sempre la focaccia !! b.serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici, Anna! :)
      Un abbraccio e grazie di cuore!

      Elimina
  11. Sfiziosa, leggera e gustosa complimenti!!! a presto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Anisja! Sei sempre gentilissima.
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  12. Ma che meraviglia la focaccia "Rosemary" :-D
    Bellissimi i tuoi ricordi..pensa che la mia mamma non mi faceva nemmeno entrare in cucina O_o direi che mi sto screditando…
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una inesauribile, strepitosa fonte di leccornie e manicaretti come te che da piccola non entrava in cucina? Incredibile!!! Vedi che sei un genio!!!
      Un abbraccio, zia Consu!
      Buona serata!

      Elimina
  13. Ciao Mary
    Buonissima questa focaccia..
    Preso appunti della ricetta.
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Thais!!! Sono contenta ti si apiaciuta!
      Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  14. Penso che il tuo post sia davvero dolcissimo....e la tua focaccia buonissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Simona! Sei tu dolcissima!
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  15. Risposte
    1. Grazie, ragazze!!! Siete sempre carinissime!
      Un abbraccio e buona serata

      Elimina
  16. Carinissima l'idea di ribattezzare i lievitati con nomi così carini ed originali... che meraviglia i bimbi! E che meraviglia questa tua focaccia! :o) E sarà sicuramente anche buonissima!!! :o)
    Buona serata,
    Lory
    Bazzicando in Cucina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanti giochi ci si inventa per divertire i nostri piccoli! E poi ne gioiamo anche noi!
      Grazie, Lory!!!
      Un caro abbraccio e a presto!

      Elimina
  17. Che bello questo racconto, mi hai riportato indietro di alcuni anni, quando nei lunghi pomeriggi invernali quando il lavoro lo permetteva, coinvolgevo le mie bambine e ci divertivamo a pasticciare in cucina. Grazie simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono momenti meravigliosi ed indimenticabili, Simona!
      Grazie infinite e buona serata
      A presto!

      Elimina
  18. Colpisci al cuore con questa focaccia MG!! Bellissimo quel modo di far volare la fantasia, dolcissimo il ricordo di mamma e notevoli i nomi di ri-battesimo! Per non parlare della focaccia con tutte quelle farine e.... le mie olive preferite!!!!!
    Sei un angelo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TU sei un angelo, tesoro! Le tue parole nei miei confronti sono sempre così toccanti! Sei davvero troppo buona!
      E sì, bei tempi quelli della prima infanzia, pieni di magia e di fiaba! Quando anche noi adulti ci facciamo inebriare da questa visione pura e luminosa del mondo! Ma ti assicuro che conservo ancora un po'(e gelosamente) di quella luce dentro di me. Sai che la vedo anche nei tuoi
      magnifici occhi?
      Un abbraccio grandissimo, Erica!

      Elimina
  19. Bella e sicuramente buona questa focaccia...anche io da bimba pasticciavo con mamma (e papa', pizzaiolo di casa :P)!
    Le farine del Molino Quaglia mi incuriosiscono un sacco, ma non credo le spediscano al di fuori dell'Italia...A te come sono sembrate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello fare la pizza con il papà, Laura!
      Le farine del Molino Quaglia sono macinate a pietra. Quindi mantengono le loro proprietà nutritive, perché la crusca non viene separata durante la macinatura. Inoltre queste farine sono davvero molto più digeribili. Io mi trovo benissimo, e soprattutto i dolci riescono benissimo. Se vai sul sito dovrebbe esserci un numero di telefono al quale rivolgersi per le informazioni. Magari ti sanno dire se effettuano spedizioni anche oltre confine.
      Un abbraccio e grazie infinite, Laura!

      Elimina
  20. Ciao Maria Grazia, bellissimo e ricco di bei ricordi il tu post...è meraviglioso conoscere la storia che c'è dietro ogni ricetta....
    complimenti inoltre per questa buonissima focaccia, dev'essere sicuramente gustosissima e sfiziosissima..bravissima:)
    un bacione!!!
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bei momenti, Rosy. Che meraviglia la prima infanzia, quando ogni semplice, piccola cosa sembra straordinaria e magica!
      Grazie infinite! Sei davvero carina!
      Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  21. Complimenti per questa focaccia quanto vorrei assaggiarla!!!!
    Un bacione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Nadia! Sono davvero onorata! Detto dalla maga dei lievitati, poi!
      Grazie infinite e buona serata!
      Un bacio grande e a presto!

      Elimina
  22. Bravissima come sempre Maria Grazia!! Questa farina integrale conferisce alla focaccia un aspetto particolare ma immagino sia buonissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima! Effettivamente la farina integrale arricchisce la focaccia dandole un sapore particolare e molto gradevole.
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  23. Che teneri i ricordi legati a tuo figlio e che buona questa focaccia!

    Ho appena scoperto il tuo blog e mi sono unita ai tuoi followers ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Annarita! E grazie per essere passata da me. Ti ho appena fatto visita e mi sono unita agli amici del tuo bellissimo blog!
      Un caro saluto e a presto!

      Elimina
  24. mi renderesti davvero felice con un pezzetto di questa deliziosa focaccia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io sarei felice di mangiarla con te, accompagnata da quattro, piacevolissime chiacchiere! :)
      Grazie, carissima e a presto!

      Elimina
  25. Cara maria Grazia adoro la focaccia e la tua e a dir poco sublime,appena arriva il fresco mi metto subito all'opera per provarla,un bacione^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero molto gentile, Ombretta! Grazie di cuore e buona serata!
      Un abbraccio grande

      Elimina
  26. ihihihih mai dai!!!! i nomi alla focacce.. che bella idea!!!!! Questa deve essere molto buona... che voglia m'hai messo! smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa non ci si inventa per far divertire i nostri figli! :)
      Grazie infinite, Claudia! Sei sempre carinissima!
      Un bacio grande e buona serata!

      Elimina
  27. Ecco...io che adoro le focacce e le olive taggiasche potrei fare pazzie per una fettina di questa! :D Che acquolina!!
    Un abbraccio, Serena

    RispondiElimina
  28. Grazie, Serena! Anche io vado matta per le olive taggiasche e le metto praticamente in ogni piatto...mancano giusto i dolci! :)
    Un grande abbraccio a te e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  29. Mi hai fatto tornare indietro nel tempo quando anche mio figlio era sempre con la goccia al naso :) Anche noi facevamo biscotti e focacce, ma non li abbiamo mai battezzati!!!!
    Ok Lady Rosemary quando vuole passare a casa mia la porta è aperta :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo umilmente venia, cara Daniela. Solo oggi ho visto questo tuo gentilissimo commento! Grazie mille, cara amica e perdonami!

      Elimina
  30. Bello leggerti. Bello assaporare ricordi che sembra quasi di toccarli con mano. E bound la tua focaccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che gioia trovarti anche qui, Melania. Sei stata carinissima! Grazie di cuore!

      Elimina
  31. Bello leggerti. Bello assaporare ricordi che sembra quasi di toccar con mano. E buona la tua focaccia,

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.