venerdì 5 settembre 2014

Crostata Morbida di M.Braito alle Pesche con Farina d'Avena. Il (non) peccato di gola.

Non voglio nemmeno pensare alla quantità di burro che ho assunto durante il soggiorno in montagna. 
Quasi rabbrividisco. Anche se devo confessare che mi sono sentita incoscientemente appagata ^_^
Tornata sulla terra, mi sono data una tiratina alle orecchie e ho dato il via a due settimane di rigore inflessibile. Dopodiché, ho reintrodotto nella mia dieta anche qualche non-peccatuccio di gola. Uno di questi, la crostata di Marina Braito che da tempo impazza sul web.
Golosa, croccante fuori, morbida all'interno, leggera, rapidissima da preparare e, proprio per questo, preziosissima in caso di merende tra amici non programmate.
Ho fatto riferimento alle indicazioni di Claudia, apportando solo qualche modifica in base agli ingredienti che la dieta anti-colesterolo mi concede e alla mia passione per i mix di farine :)

Buon fine settimana!

Maria Grazia












Croccante fuori, morbidissima all'interno!








Crostata Morbida M. Braito con Farina d'Avena e Pesche





Ingredienti

160 g farina 1 macinata a pietra speciale per pane e dolci lievitati (Petra 1 Molino Quaglia)
40 g  farina d'avena
150 g zucchero di canna grezzo
110 ml di olio di semi di arachide
2 uova
1 fialetta di aroma di mandorla
1 pesca gialla grande (o due piccole)
1 cucchiaino abbondante di lievito per dolci
1 pizzico di sale



Mescolare, setacciare le farine con il lievito ed introdurle nella ciotola della planetaria. Unire lo zucchero, il sale e le uova. Iniziare ad impastare con il gancio a foglia per pochi secondi. Unire poi a filo l'olio di semi fino ad ottenere un impasto morbido, simile ad una frolla molle. Foderare con carta da forno una teglia di  24 cm di diametro, fare delle fossette con il dorso di un cucchiaio, senza premere troppo e riempire i buchi con le pesche tagliate a piccoli cubetti. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti (io ho utilizzato la funzione pasticceria). 
Una volta raffreddata, spolverate la superficie della torta con zucchero a velo.






48 commenti:

  1. Che belle le tue variazioni!!!!!!!!! sono contenta che sia piaciuta pure a te.. sentito che buona?? la rifarò presto anche io... Grazie di avermi citata.. un bacione:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da alzarsi la notte e "spazzolarla", Claudia! ;)
      Grazie a te per lo spunto preziosissimo! Baci gqgandi anche a te!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ti ringrazio, Ale! Buon fine settimana!

      Elimina
  3. Dai ad un peccatuccio così magari di primo mattino non si DEVE proprio rinunciare ^_*
    Complimenti tesoro e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il burro (che mi é proibitissimo!) non c'é, quindi nemmeno il peccato :D
      Grazie, Consu!!!

      Elimina
  4. Ma che bontà! c questa crostata qua!!!
    Cara Maria Grazia, questa battuta te la meriti davvero!!!
    Qui da te si mangia con gli occhi così poi si può sognare di averla virtualmente:-)
    Buona notte cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una battuta proprio carina, Tomaso! Grazie, caro amico!
      E sono felice tu abbia apprezzato la crostata.
      Un caro abbraccio e serena notte anche a te!

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie mille, Silvia!!! Buon week-end!

      Elimina
  6. E' una delizia la tua crostata morbida Maria Grazia! Con le tue variazioni, l'hai resa davvero un non-peccato di gola!! Complimenti cara e buon weekend, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Mary! da rifare almeno ogni due giorni...sparisce subito! :)
      Un abbraccio grande e ancora buon week-end a te!

      Elimina
  7. Ottima cara!! Sento arrivare fin qui un profumino! buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Erika!!!! Buona domenica sera e felice inizio di
      settimana!

      Elimina
  8. mamma mia, che delizia! anche se è tardissimo.... gnammmm!

    RispondiElimina
  9. Direi che è golosissima la tua crostata, croccante fuori e morbida dentro, una ricetta senza burro da provare subito!
    Un caro saluto
    Gabry

    RispondiElimina
  10. Ciao Mary! É da un paio di mesi che latito ma con l'arrivo dell'estate ho sentito l'esigenza di staccare la spina al PC e partecipare di più alla vita reale, stare all'aria aperta e fare qualche fuga al mare... Hai sgarrato? Burro? Ma hai fatto più che bene!!! In vacanza non si sta a dieta! A quella ci si pensa al ritorno.... Molto invitante questa torta! Un bacio!

    RispondiElimina
  11. O_O buonissima mi piace!! :P buon we

    RispondiElimina
  12. La montagna e il burro vanno a braccetto...come si fa a gustare l'una senza l'altro??!! HAi fatto bene ad approfittare, il burro delle vette è un'altra cosa! Questa crostata ancora non siamo riuscite a provarla ma a vederla sembra deliziosa, ci hai decisamente invogliata a provarla!un bacione pancettoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, ragazze! Questa scuola di pensiero del burro+montagna mi piace molto. La sposo subito! :)
      Grazie mille, ragazze! Un baciotto anche a voi! :D

      Elimina
  13. Soffice e golosa! Mi hai dato voglia di sfruttare le ultime pesche della stagione per una bella torta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, stanno per terminare. Che peccato! Io adoro le pesche! Grazie mille, cara amica e buon week-end!

      Elimina
  14. Anch'io devo assolutamente stare leggera, ma il mio blog non è nato per le ricette leggere, Quindi ho deciso di farne di meno. Ma tra una e l'altra voglio stare a regime. La tua torta è davvero morbida (si vede) e dev'essere deliziosa. Un'ottima colazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui c'è un po' di tutto...dipende dal fatto che io cada in tentazione o meno :)
      Grazie mille, Natascia e ancora buon fine settimana!

      Elimina
  15. CHE FANTASTICA CROSTATA, MORBIDA E FRAGRANTE ALLO STESSO TEMPO E MOLTO MOLTO GOLOSA!!!COMPLIMENTI PER LA TUA PERSONALIZZAZIONE!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  16. buonissima, è davvero irresistibile:)) da tempo l'ho adocchiata nel web, ancora la devo provare:)) la tua versione con la frutta fresca mi piace tantissimo: la trovo golosa e troppo invitante, assolutamente da provare:))
    grazie mille per averla condivisa e tantissimi complimenti: ti è venuta benissimo, dalla foto si vede la consistenza morbidissima come piace a me:))
    un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  17. la conosco ed è un'autentica bontà ! Buona settimana cara, un bacione

    RispondiElimina
  18. questa crostata la conosco da tempo,peccato sia caduta nel dimenticatoio,è tempo di rifarla. Grazie per avermela ricordata...Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  19. molto bella morbida morbida e delicata, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Günther! Buona settimana!

      Elimina
  20. E su dai, che ogni tanto il peccato di gola fà bene allo spirito :)
    Poi come resistere ad una focaccina così invitante e semplice! perfetto l'utilizzo della farina d'avena e delle dolci mandorle!

    RispondiElimina
  21. Complimenti, questa morbidissima crostata è stragolosa! Un mix di ingredienti perfetto...bravissima!
    Un abbraccio Laura♥♡♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Laura! Sono felice che ti sia piaciuta la crostata Braito e sono contenta di rileggerti! Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  22. Ecco come utilizzerò la farina d'avena che da un pò attende in dispensa. Se non ti dispiace ti rubo la ricetta :-) Ti seguo, così da averti tra i miei siti di riferimento. A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. E' un vero piacere averti qui, Francesca! Sono felice di averti dato un utile spunto. Io la farina d'avena la utilizzo, qualche volta ed in piccole quantità, anche nell'impasto per la pizza. Da' un tocco particolarissimo!
      Ti seguirò con interesse anche io. Grazie di cuore!

      Elimina
  23. Qualche (non) peccato di gola ogni tanto ci sta proprio bene, sopattutto se si tratta di un dolce così invitante e appetitoso!!!! complimenti magnifica interpretazione!!! l'accostamento degli ingredienti è estremamente interessante, devo decidermi a provare la farina d'avena (se la trovo) deve essere di un buono ....
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  24. Sempre semplici e gustose le tue ricette....mi piace moltissimo la tua variazione! Come te, anche per me, tiratina di orecchie! :D ma al dolce, sopratutto se sano, non rinuncio! :) e questa ricetta, mi piace moltissimo!
    Un abbraccio grande cara Maria Grazia <3 :**

    RispondiElimina
  25. Caspita...me la stavo perdendo!!!!! Bella da vedere e immagino che bontà :)
    Bravissima come sempre.

    RispondiElimina
  26. Wow, chissà che bontà dev'essere questo dolce!!! Io poi ultimamente sono molto sensibile ai dolci light, infatti ho appena fatto una ciambella integrale con pere e noci e proprio ieri sera ho fatto una torta integrale allo yogurt con prugne e mandorle, appena la dieta me lo consentirà voglio provare anche questa torta! Lo zucchero di canna potrei sostituirlo con la Stevia, ma purtroppo l'olio mi è vietato e non saprei proprio come sostituirlo, vorrà dire che aspetterò così potrò poi gustarla esattamente come dev'essere (solo che vista la stagione mi toccherà sostituire le pesche con qualche altro frutto che sarà di stagione al momento!
    Intanto me la copio!!
    A presto
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai realizzato una serie di delizie irresistibili, cara amica! Non saprei proprio a quale dare la mia preferenza. Ardua scelta!
      La crostata di Marina Braito si pesta a diverse interpretazioni, per cui qualsiasi frutto tu prediliga sarà perfetto. Grazie infinite e buona serata!

      Elimina
  27. Bellissima la tua crostata Maria Grazia! Si percepisce dalla foto che all'interno è morbidissima, deve essere una squisitezza! Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Deve essere squisita la tua crostata Maria Grazia! Si percepisce che è morbida anche dalla foto, bravissima! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Virginia! E' velocissima da realizzare e davvero tanto, troppo buona!

      Elimina
  29. Questa crostata la conosco da anni, così come conosco personalmente l'autrice. Mi viene da sorridere al pensiero del giro che fanno le ricette, spesso ad insaputa dell'autore. Pensa che è partita dal forum di Coquinaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperta in tempi recenti, Cristina e ne sono rimasta folgorata. E' davvero rapidissima da preparare, morbida e buonissima. Per di più si presta a diverse versioni.
      Un abbraccio e grazie ancora!

      Elimina
  30. Buonissima Maria Grazia, a tutte le ore.
    Buon fine settimana,
    Tiziana

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.