lunedì 14 dicembre 2015

Bretzel di Farina di Tritordeum. Il mio pane per Natale.

Ogni anno, di questi tempi, l'atmosfera in cucina si surriscalda. In tutti i sensi :)
Prove e nuove sperimentazioni si susseguono quasi senza sosta. Sarebbe più semplice ricorrere a ricette già collaudate ed apprezzate, ma la mia leggendaria febbre da esperimento natalizio è ben lungi dall'esaurirsi.
Oggi vi aggiorno sulla Pratica Pane. Per la Vigilia ed il giorno di Natale, ho pensato ai Bretzels, i classici abbracci diffusi soprattutto in Germania, Austria ed Alto Adige. E li ho pensati in una versione natalizia più cicciotta.
Il procedimento che ho usato per prepararli è quello tradizionale, fatta eccezione per la tipica bollitura in soluzione di acqua e soda caustica (quella che poi conferisce ai Bretzels il loro tipico colore ambrato ed il particolare sapore). Una procedura che richiede cautela e flemma inglese. Ed in questo momento di fervidi preparativi, non credo di esserne dotata. Ho preferito, quindi, ricorrere al più rassicurante bicarbonato di sodio.
Per l'impasto, ho utilizzato la farina di Tritordeum che avevo già apprezzato in questa ricetta.
Il Tritordeum è un cereale naturale che si ottiene dalla combinazione di frumento duro ed orzo selvatico, attraverso una tecnica antica e naturale. Ha un contenuto in glutine decisamente inferiore rispetto a quello di frumento e farro. Un glutine, quindi, molto più digeribile. Ricca di antiossidanti e fibre, questa farina ha un ottimo sapore ed un gradevolissimo aroma.
L'ho provata con successo anche negli impasti di pizza e focaccia ed ho trovato la mia Saturday Night Pizza molto più leggera :)

Buona settimana!

Maria Grazia











Bretzel di Farina di Tritordeum



Ingredienti
(dosi per 10 Bretzel)

525 g di farina di Tritordeum
25 ml di olio extravergine di oliva (ricetta originale 30 g di burro fuso)
100 ml di latte magro tiepido + 10 ml per la spennellatura finale
200 ml di acqua tiepida
14 g di lievito di birra fresco
1 uovo
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai scarsi di bicarbonato di sodio









Nella ciotola della planetaria introdurre la farina setacciata ed il sale. Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida insieme a 100 ml di latte e versare sulla farina. Unire l'olio extravergine di oliva (o il burro) ed impastare a velocità medio bassa fino a quando si sarà formato un composto liscio. Trasferirlo in una ciotola leggermente unta e coprire con un foglio di pellicola da cucina. Lasciar riposare l'impasto in un luogo tiepido per un'ora e mezza. Terminato il tempo di riposo lavorare ancora l'impasto e ricavarne 10 rotolini lunghi circa 35 cm, rendendoli più sottili alle estremità. Piegarli a ferro di cavallo ed incrociare le punte dando forma al classico intreccio.
Dopo aver fatto riposare i panini per un quarto d'ora, tuffarli in abbondante acqua bollente cui saranno stati aggiunti tre cucchiai di bicarbonato. Scolare i Bretzels dopo una quindicina di secondi di ebollizione ciascuno e trasferirli sul fondo di una teglia rivestito con carta da forno. Spennellare i panini con l'uovo precedentemente sbattuto con 10 ml di latte e cospargerli di sale grosso. Cuocere in forno preriscaldato a 210° per circa 20/25 minuti. 
I Bretzels si conservano croccanti e morbidi all'interno, per un giorno. Sfornateli poco prima di servirli e serviteli caldi.
Potete prepararli in versione mignon ed accompagnarli, in versione stuzzichino, con salmone o tonno affumicati.





41 commenti:

  1. Mah meravifliosiiiiii!!!! fanno venire la voglia di addentare uno subito.
    Bellissimo il colore e perfetta la forma!!!
    Brava Grace!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto, troppo dolce, la mia Cristina! Grazie di cuore!

      Elimina
  2. bellissimi, se ce la faccio li preparo anche io, veramente belli e legati a bei ricordi, un abbraccio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio grande a te, Lilli. Sei sempre un tesoro!

      Elimina
  3. Ma guarda che piccole meraviglie di bontà :) Oltretutto non conoscevo questa farina ma vedo che con essa crei mooooolto bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho molto apprezzato la farina di Tritordeum, Luna. Leggera e digeribilissima. Grazie infinite e buona serata!

      Elimina
  4. Hanno davvero un bellissimo aspetto e sono sicura che sulla tua tavola delle feste farà il suo figurone ^_*

    RispondiElimina
  5. bello sperimentare, io sono proprio come te!!!deliziosi i tuoi bretzel, brava!!!baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sabrina. sei sempre gentilissima1

      Elimina
  6. Adoro i bretzel e non posso darti che ragione. Natale è sperimentare, molto più di tutti gli altri periodi dell'anno! :D un bacio Maria Grazia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deliziosi con qualsiasi tipo di farina, Anna. Ora torno a sperimentare :)
      Grazie di cuore e mille baci a te!

      Elimina
  7. Li ho assaggiati in Austria.. li ricordo proprio buoni! Dovrò farli anche io prima o poi.. Ti son venuti proprio bene.. smack e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono proprio perfetti, ma sono piuttosto soddisfatta :)
      Grazie di cuore, Claudia! Mille baci!

      Elimina
  8. Siiiii, che buoni !!! Bello esperimentare ! Li avevo fatto anche io una sola volta ed erano molto buoni. Dovrei rifarli, piacciono tanto sia a me che ai ragazzi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero buonissimi. Croccanti e morbidi all'interno. Grazie di cuore, Claudia!

      Elimina
  9. Cara Maria Grazia, ecco sono qui per uno sguardo e gustare sempre virtualmente le tue buonissimi dolci!!!
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, caro Tomaso. Sono felice di leggerti e del tuo apprezzamento. Un abbraccio grande, caro amico e buona serata1

      Elimina
  10. Non avevo mai sentito parlare di questo tipo di farina... che idea originale! Il risultato sembra ottimo! :) Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scoperta da pochissimo anche io, Letizia. Finissima e soprattutto digeribile. Grazie di cuore!

      Elimina
  11. Wow Mary Grace, sono splendidi questi deliziosi bretzel, perfetti sulla tavola di Natale! Bravissima cara!!!
    Dolcissima serata!
    Un caro abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei carinissima, Laura! Grazie mille e un caro abbraccio anche a te. Mille baci!

      Elimina
  12. Ciao Mariagrazia!Spettacolari questi bretzel!posso chiederti dove sei riuscita a reperire questa farina? un abbraccio!Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Annalisa! Ho trovato per caso la farina di Tritordeum (e ne ho fatto incetta), qualche mese fa, in un temporary shop della Corte di Rivalta al Designer Outlet di Serravalle Scrivia. Credo, però che abbia chiuso qualche mese fa. Ho molte difficoltà a trovarla nella mia città, purtroppo. Un bacio grande!

      Elimina
    2. Carissima Annalisa, ho scritto un commento su Instagram, per avere informazioni, al negozio di cui ti ho parlato sopra. Mi hanno risposto che hanno prorogato l'apertura fino al 6 gennaio 2016. Baci! MG

      Elimina
    3. Perfetto Maria Grazia!!! Ti ringrazio, se mi dovessi trovare da quelle parti un giretto è d'obbligo! Grazie mille per l'informazione! Baci

      Elimina
  13. l'aspetto è splendido e sul sapore non ho dubbi, sei stata bravissima !Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore, Chiara. Un bacio grande!

      Elimina
  14. Carissima Maria Grazia ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti:hanno un aspetto splendido,ti sono venuti benissimo,complimenti,bravissima:))io ho avuto modo di assaggiarli in Germania e ricordo che mi erano piaciuti molto:)grazie a te posso prepararli a casa:)
    Un bacione e ti ringrazio tantissimo per la condivisione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto sei carina, mia dolce Rosy. Grazie di cuore. Era un po' di tempo che volevo preparare i Bretzel.Pratica evasa, quindi :)
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  15. Che belli Maria Grazia! Continua così con la tua febbre da esperimenti, non ti fermare!
    Ciao, buona giornata
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, in questo momento, non posso proprio fermarmi, Tiziana :)
      Grazie di cuore e buona serata!

      Elimina
  16. Mary sono deliziosissimi! Per me è quasi impossibile star in cucina in questo periodo, riesco a far giusto delle cosette veloci! Troppo lavoro. Tu invece ti sei superata alla grande dolcezza! Un abbraccio forte a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me, negli ultimi tempi, il tempo che trascorro in cucina si è notevolmente ridotto, ma cerco sempre di ritagliarmi un pomeriggio per i miei esperimentini :)
      Grazie di cuore, dolce Melania. Un bacio grande!

      Elimina
  17. Mi piacciono molto, complimenti.

    RispondiElimina
  18. Io li adoro, se potessi ne mangerei dalla mattina alla sera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non comprenderti, Elena! :)
      Grazie mille e buona serata!

      Elimina
  19. Complimenti Maria Grazia, una bontà questi panini... e quanto sono belli!!!!

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.