venerdì 5 febbraio 2016

Chiacchiere al Philadelphia. Genietti della Blogosfera.

Da bambina, non amavo particolarmente il Carnevale, sebbene esistano fotografie in bianco e nero che mi ritraggono con luccicante cappello da Fata Turchina e bacchetta magica. 
Ricordo, però, molto più avanti nel tempo, forse l'unica festa mascherata cui partecipai.
Rammento che, al di là di ogni aspettativa, la trovai molto piacevole ed il divertimento iniziò già con la scelta del costume, un meraviglioso abito da odalisca noleggiato in una sartoria teatrale del centro storico. 
Ciò che sicuramente ho sempre apprezzato (ed apprezzo ancora molto) del periodo carnevalesco, sono sicuramente i dolci ed in particolar modo le chiacchiere ( o bugie, frappe, galani, etc). 
Ma si sa, con gli 'anta (in particolar modo i secondi 'anta), arrivano immancabili regimi alimentari più misurati, le tabelle delle diete ipolipidemizzanti e con queste la consapevolezza che se si sgarra, sarà il colesterolo LDL a fare festa.
A due anni dalla pubblicazione di questa straordinaria idea, ho scoperto una versione meravigliosamente light delle chiacchiere di carnevale. 
L'ho trovata da Federica, a sua volta ispirata dall'altrettanto geniale Stefania di Araba Felice in Cucina.
E' probabile che conosciate già questo suggerimento, ma non potevo non condividere la mia soddisfazione per la sua riuscita. 
Tanta era la voglia di mettere in pratica le indicazioni dei genietti di cui sopra, che mi sono messa all'opera in contemporanea con la preparazione del pranzo di oggi, rischiando più volte, in fase di frittura, di vedere andare in fumo (è proprio il caso di dirlo) tutto il lavoro.
Ed invece eccole qui. Praticamente perfette!

Buon week-end!

Maria Grazia









Chiacchiere al Philadelphia
(la ricetta di riferimento da Federica)


Ingredienti

100 g di Philadelphia classico
85 g di farina 1 macinata a pietra
1 pizzico di lievito per dolci
1 cucchiaino di scorza d'arancia grattugiata finemente
olio di semi di arachide per friggere
zucchero a velo





Chiacchiere di Carnevale





Trasferire il Philadelphia in una ciotola, unire poco alla volta la farina setacciata con il lievito fino ad ottenere una consistenza compatta. 
Avvolgere il panetto con un foglio di pellicola da cucina e riporre in frigorifero per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, dividere l'impasto in pezzetti e stendere ciascuno di essi in una sfoglia sottilissima.
Io l'ho fatto, delicatamente, con il matterello (essendo occupata con la preparazione del pranzo, non avevo il tempo di montare sulla planetaria l'accessorio per stendere la pasta) fino quasi ad intravedere, attraverso la sfoglia, il piano di lavoro. 
Se si utilizza, invece, la classica Imperia, stendere le sfoglie due volte alla prima tacca, due alla terza, due alla quinta ed una alla sesta.
Tagliare le sfoglie con una rotella a seconda della lunghezza e delle dimensioni preferite, quindi praticare un taglio al centro di ogni chiacchiera.
Friggere in olio caldo (se l'olio non è ben caldo, le frappe non fanno le bolle e se lo è troppo, si bruciano, per cui è bene regolarsi durante la cottura).
Stendere le frappe, ben distanziate tra loro, su una teglia o su un grande vassoio ricoperto con fogli di carta assorbente da cucina. Quando si saranno raffreddate, cospargere con zucchero a velo.

Nota. 
Come da consiglio di Federica e di Stefania, è bene non considerare la cottura in forno.


32 commenti:

  1. Sono contenta che ti siano piaciute, grazie per averle provate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per queste meraviglie, Stefania!

      Elimina
  2. Ciao dolcissima Mary Grace, queste chiacchere sono fantastiche! Mi piace L'idea di utilizzare il Philadelphia nell'impasto! Chissà che delizia sublime!Bravissima come sempre!
    Un caro abbraccio e felice week-end!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito delle mie muse ispiratrici, Laura. Credo che le rifarò molto presto. ed anche terminato il periodo carnevalesco :)
      Grazie di cuore, dolcissima amica e buon week-end!

      Elimina
  3. Ciao Mary Grace, ho visto più volte questa ricetta, ma non l'ho ancora provata. Le tue sono venute benissimo, mi piace quando il fritto resta chiaro senza brunire. Molto invitanti!
    Buon week-end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Natascia. E' una ricetta straordinaria che da' molta soddisfazione. Le Chiacchiere sono leggerissime, quasi evanescenti, se mi passi questo termine e davvero buonissime!
      Un abbraccio e buon week-end anche a te.

      Elimina
  4. sono buonissime lo so le ho provate pure io, croccanti e golosissime!!!!Le tue sono davvero perfette!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono deliziose, Sabrina. Hai ragione! Un grande abbraccio e grazie infinite!

      Elimina
  5. Avevo già potuto ammirare dei "genietti" quest'impasto ma è sempre un piacere poterle gustare :-P
    Bravissima cara e buon we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Non stancano mai :)
      Grazie, tesoro e buon week-end anche a te!

      Elimina
  6. non l'avevo letto da nessuna parte, e sgrano gli occhi
    quest'anno, purtroppo, niente dolci speciali per me... sebbene li adori alla grandissima, le lattughe [perché a Brescia le chiacchiere le chiamiamo così] poi... mmmmh, perché mi è venuta la pancreatite e devo fare DUE MESI di dieta ferrea... e peso 40 chili, depressione totale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace davvero molto che tu non stia bene. Ma non ti abbattere. Vedrai che, dopo qualche sacrificio, ritornerai in forma. Ti abbraccio forte e ti ringrazio di cuore per la tua gentilezza.

      Elimina
  7. A me questa festa non piace proprio ma i dolcetti mi piacciono tanto e meglio se sono non tanto pesanti. Queste chiacchiere immagino molto buone, io li avevo fatte con la panna, solo che ho aggiunto anche l'uovo. Sicuramente le tue sono molto più leggere !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo consiglio di Federica e Stefania è davvero geniale. Sì, Claudia. Sono davvero leggere e golose. Ed anche veloci da preparare. Il che non guasta :)
      Un abbraccio e grazie mille!

      Elimina
  8. questa non le conoscevo proprio, grazie per averle condivise Buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ho scoperte di recente anch'io sfogliando il ricchissimo archivio di Federica. Semplicemente geniali. Grazie, Chiara e buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  9. Ora che siamo in carnevale troviamo avunque di queste chiacchiere, diverse con diversi nomi, ma tutte buone.
    Ciao e buon fine settimana cara Mqria Grazia.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque si chiamino, caro Tomaso, resta il fatto che i tipici dolcetti carnevaleschi sono davvero golosi. E questo è molto, ma molto importante :)
      Grazie mille, caro amico e buon fine settimana a te e alla tua famiglia.

      Elimina
  10. Cara Maria Grazia io seguo da sempre la mia ricetta (appartenente ad un' amica di mia nonna che manca da anni)che prevede:farina,uova,latte,lievito (pochissimo)scorza grattugiata di limone e Marsala all'uovo,pochissimo zucchero....sono buonissime e molto leggere..anche le tue sono favolose,senza grassi e di un invitante incredibile,mi piacciono tantissimo:)).
    Un bacione e buon fine settimana e grazie mille per la condivisione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le classiche Chiacchiere sono deliziose, Rosy e questa versione delle amiche Federica e Stefania riescono perfettamente a non farle rimpiangere:)
      Un bacio grande a te e grazie ancora una volta per il tuo affetto.

      Elimina
    2. Le classiche Chiacchiere sono deliziose, Rosy e questa versione delle amiche Federica e Stefania riescono perfettamente a non farle rimpiangere:)
      Un bacio grande a te e grazie ancora una volta per il tuo affetto.

      Elimina
  11. Sembrano davvero leggere ed impalpabili da sciogliersi in bocca :) Io adoro il Carnevale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono leggerissime davvero, Luna e buone da impazzire!:)
      Un bacio e grazie infinite!

      Elimina
    2. Sono leggerissime davvero, Luna e buone da impazzire!:)
      Un bacio e grazie infinite!

      Elimina
  12. Ma sì, le frappe devono essere fritte (con buona pace per il nostro colesterolo)! Buon carnevale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo, Andrea. Al colesterolo ci si penserà in un altro momento :)
      Grazie mille e buona giornata!

      Elimina
  13. Non conoscevo questa geniale versione delle chiacchiere, davvero particolare, da provare prima che la festa finisca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per queste chicche di Federica e Stefania sarà sempre festa, Annalisa :)
      Grazie infinite e buona giornata!

      Elimina
  14. Una gran bella versione di chiacchiere da provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggerissima e senza sensi di colpa :)
      Grazie mille, Günther!

      Elimina
  15. Questa variante mi incuriosisce tantissimo!!
    Le tue sono venute così meravigliosamente sottili, e se penso che le hai tirate a mano... davvero mi inchino <3
    Un bacio, bellissima donna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno spunto quanto mai prezioso quello di Stefania e Federica, Marghe! Da rifare mille volte! :) Grazie di cuore, splendida creatura! Sempre troppo carina con me <3

      Elimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.