sabato 25 maggio 2013

Calamari ripieni. L'esperimento di Mary Grace...quasi riuscito

E' stata la prima volta in assoluto che mi sono cimentata in questa preparazione. Il calamaro ripieno mi ha sempre intimorito. Diciamo pure terrorizzato! Avrei giurato che, come primo esperimento, sarebbe miseramente fallito e i poveri molluschi sarebbero fragorosamente esplosi in forno. Come conseguenza, avrei dovuto, oltre che rivedere i piani per la cena, passare la serata a rimediare al tremendo guaio, china sul forno a "scrostarne" le pareti. Invece è andata discretamente bene. Il ripieno, con l'aggiunta dei gamberetti, era buono. Il risultato è stato discreto. Forse avrei dovuto ridurre di qualche minuto i tempi di cottura, perché i calamari si sono un po' ridotti, ma sostanzialmente direi che ci siamo quasi...

Imperfetto ma gustoso...


Calamari ripieni

Ingredienti

4 calamari freschi (puliti) di medie dimensioni
250 g di mazzancolle precotte
mollica di un panino raffermo
prezzemolo tritato
latte q.b
sale
1 scalogno
olio EVO
1 grossa alice sottolio

Contorno

pomodori Piccadilly
prezzemolo
erba cipollina
aglio
olio extravergine di oliva


Staccare i tentacoli e le "ali" dei molluschi, tagliarli finemente. Nel frattempo far cuocere i gamberi in acqua bollente per non più di 2 minuti. Far rosolare in padella con olio e lo scalogno tagliato sottile per 10  minuti, aggiungere i gamberi e cuocere per qualche secondo ancora. Tritare il tutto. Trasferire in una scodella con la mollica di un panino bagnato nel latte, ben strizzata e un po' di prezzemolo tritato. Amalgamare bene e salare. Se il ripieno risultasse troppo sodo, aggiungere ancora un po' di latte. Riempire i calamari con il composto per 2/3, ungerli con un filo d'olio (se avanzasse un po' di ripieno, spennellarne prima un po' sulla superficie dei molluschi), disporli su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocere in forno già caldo a 200° per 15 minuti (non 25 come ho fatto io...). Se il ripieno è cotto, la cottura deve essere breve.

Per il contorno: affettare i Piccadilly, trasferirli in una ciotola con lo spicchio d'aglio a fettine, cospargere con prezzemolo ed erba cipollina e lasciare riposare. Al momento di servire condire con un filo d'olio extravergine di oliva.

Nessun commento:

Posta un commento

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.