martedì 15 marzo 2016

Risi e Bisi. Il Piatto ritrovato.

Ci voleva il Calendario del Cibo Italiano, straordinario progetto promosso dalla Associazione Italiana Food Blogger, per farmi riscoprire un piatto meraviglioso che da tempo immemorabile non avevo il piacere di gustare.
L'occasione mi è stata regalata dalla Giornata Nazionale dei Risi e Bisi, emblema della cucina veneta, cui Lidia Mattiazzi, autrice del blog The Spicy Note  ha reso omaggio il 6 marzo scorso.
Non sono riuscita a stendere in tempo il mio contributo per il Calendario, ma ho dedicato a questo risotto molto morbido il pranzo di quel giorno.
Mi definisco una ligure di origine mista e, grazie alla nonna materna, scorre nelle mie vene qualche gocciolina di sangue euganeo. Va da sé che l'influenza veneta abbia fatto spesso capolino nella cucina della mia mamma.
Questa ricetta torna, quindi, a deliziare i palati di famiglia, o per meglio dire, entra trionfalmente nel ricettario di Casa MG  :)


Buon proseguimento di settimana!


Maria Grazia









Risi e Bisi



Ingredienti
(dosi per due persone)

150 g di riso Carnaroli Gran Riserva Riso Gallo
700 kg di piselli freschi
30 g di lardo di Colonnata tagliato a fettine sottili
1 scalogno
1 litro di brodo vegetale (preparato con carota, sedano, cipolla e patata)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
una noce di burro
grana grattugiato
sale










Sgusciare i piselli e tenere da parte una manciata di baccelli, scegliendo quelli più teneri.
Sciacquare questi ultimi con cura, asciugarli e farli cuocere per una ventina di minuti in acqua bollente salata. Scolarli, frullarli con un mestolo abbondante del brodo di cottura e tenere da parte la purea.
In una casseruola dal fondo antiaderente stufare lo scalogno tagliato a fettine con il lardo tritato finemente ed unire un mestolino di brodo vegetale precedentemente preparato. 
Aggiungere i piselli freschi, bagnare ancora con due mestoli di brodo, salare e cuocere i legumi fino a quando saranno morbidi (io li preferisco croccanti).
Unire il riso, tostarlo ed unire costantemente un po' di brodo. A fine cottura mantecare con un cucchiaio di burro e formaggio grana grattugiato al momento.
Servire subito.


~



Dal primo gennaio di quest'anno il Calendario del Cibo Italiano #aifb è on line con tanti, esaustivi articoli che illustrano l'ineguagliabile, immenso patrimonio gastronomico italiano. 
Ogni giorno una ricetta, la sua origine e la sua storia. 
Ogni settimana, l'approfondimento di un tema scelto tra quelli che maggiormente hanno influito sulla storia culinaria del nostro Paese.
Un'occasione unica per arricchire la nostra cultura gastronomica e non solo.




















29 commenti:

  1. Cara Maria Grazia, ricordo della mia gioventù, questo piatto era quello più economico di tutti, e quando la nostra mamma lo faceva, era una grande festa!!!
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho dubbi che lo fosse, caro Tomaso. È un piatto straordinario. Grazie di cuore, caro amico. Buona giornata, con un sorriso.

      Elimina
  2. Mi piace tantissimo!!!!!! :-) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Claudia! Un bacio grande a te!

      Elimina
  3. Looki delizioso cara !! And love yours photos !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. You are always so kind, Gloria. Thank you so much! <3

      Elimina
  4. Dev'essere buonissimo complimenti davvero invitante e bellissimo, non l'ho mai provato ma è già nella lista delle ricette da fare.Complimenti Mary Grace :-D Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pilastro della nostra tradizione davvero gustoso e sano. Grazie infinite, ragazze!Buon pomeriggio a voi.

      Elimina
  5. Penso che sia una tra i risotti che faccio più spesso e che preferisco ^_^ Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È strepitoso, vero, Luna? Vale più di un bis! :) Grazie mille!

      Elimina
  6. Non ho mai assaggiato la versione originale di questo piatto e nel tuo vorrei annegare :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, non penserei ad atti estremi. Devi semplicemente sederti alla mia tavola quanto prima :) Un grande bacio, splendida creatura <3

      Elimina
    2. Grazie infinite, tesoro!!!

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  7. Un piatto che coccola il palato, nonostante la sua semplicità !

    RispondiElimina
  8. interessante questa aggiunta del lardo di colonnata che aggiunge qualcosa in più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il lardo, sebbene debba consumarlo con il contagocce:)
      Grazie infinite, Carmine!

      Elimina
  9. Quand'ero piccola nel periodo del dopoguerra risi e bisi era una pietanza quasi di lusso. I piselli non erano freschi ma quelli spezzati e secchi usati per le minestre ma quando c'era un pò di riso non l'integrale ma scuro per natura...era un piatto in alternativa molto apprezzato anche nella povertà degli ingredienti. Buona giornata mia cara ottimo risotto con i piselli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Edvige, per aver condiviso con me i tuoi ricordi. Adoro questo piatto e la sua consistenza, via di mezzo tra risotto e minestra. Grazie ancora e buona serata!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. OTTIMO PIATTO, LO ADORO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Sabrina. Finalmente vedo il tuo bel viso! Buona serata!

      Elimina
    2. Grazie infinite, Sabrina. Finalmente vedo il tuo bel viso! Buona serata!

      Elimina
  11. piatto tradizionale che merita di essere riproposto, bravissima ! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Chiara. Un grande bacio anche a te e buona domenica.

      Elimina
  12. che bel blog che hai!!!posso prendere qualche spunto di cucina io sono una mezza schiappa!!!ciaooooo buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io scommetto che sei bravissima, Marianna! Attingi a piene mani. È un onore! Un caro saluto e buona domenica!

      Elimina
  13. i classici alla fine sanno sempre stupire con qualche variazione danno grandi soddisfazioni

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.