venerdì 28 marzo 2014

Ciambelline di Segale alle Prugne Secche e Noci. Bread therapy.

Non ricordo affatto come sia stata, dal punto di vista meteorologico, la giornata di domenica scorsa. Potrebbe aver piovuto, perché ho panificato e quando piove io panifico sempre.
Fatto sta che ormai, a forza di piovere (e qualche volta ci si sono messe pure le interrogazioni per le quali prepararsi ..."e bene!", come sentenzia spesso questa Mamma Virago), i weekend degli ultimi mesi (ve ne ho già parlato) fanno rima con casa pane.  
Un'occhiata alle previsioni per questa domenica: non sono malvagie. 
Avrei pensato di andare a teatro, magari arrivandoci a piedi. 
Ormai sono allenata. Una quarantina di minuti e sono in centro! Quindi, è probabile che questa domenica salti l'appuntamento con l'impastatrice. 
In verità, non so se resisterò. Se spignattare è per me mooolto terapeutico, figuriamoci fare il pane!
Riflettendoci, non vedo perché non potrei alzarmi prima del solito la mattina. 
Il ritorno dell'ora legale potrebbe forse remare contro i miei programmi? Direi di no.  
Riordinare casa, preparare lo stracotto che ho in programma, chiamare a rapporto la planetaria e lasciare poi il pane lungamente a lievitare...vi farò sapere! 

Buon fine settimana a tutti!

Maria Grazia










Ciambelline di Segale alle Prugne Secche e Noci


Ingredienti

265 g di farina 1 macinata a pietra 
100 g di farina di segale
50 g di farina speciale per pizze e focacce macinata a pietra 
130 ml acqua tiepida
50 ml latte tiepido
30 ml olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaino di malto d'orzo
15 g lievito di birra fresco
5 prugne secche
35 g gherigli di noci
8 g sale


Nella ciotola della planetaria introdurre l'acqua e il latte, sciogliervi il lievito, un cucchiaino di malto d'orzo ed unire infine l'olio. Aggiungere le farine miscelate e setacciate ed il sale. Impastare a velocità media fino a che non si sarà formato un impasto liscio e morbido. Trasferirlo in una ciotola di plastica leggermente unta d'olio e coprirlo con un foglio di pellicola, lasciandolo lievitare per circa 1 ora e mezza (o fino al raddoppio).
Trascorso il tempo di riposo, trasferire l'impasto sul piano di lavoro, stenderlo delicatamente con il matterello, distribuirvi uniformemente le prugne secche tagliate a pezzettini e le noci tritate. Impastare ancora qualche minuto con le mani e lasciare il composto a riposo ancora per 40 minuti. Formare poi dei cordoncini di pasta. Ripiegare a metà ogni cordoncino attorcigliandolo per ottenere un effetto treccia ed infine unire le due estremità del cordone. Trasferire le ciambelle su una teglia rivestita di carta da forno, spennellarle con poco latte e, se pensate di accompagnarle a confetture, cioccolato o crema alla nocciola spalmabile, cospargetele con un po' di zucchero di canna.
Lasciare riposare ancora una ventina di minuti e cuocerle poi in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti o fino a che saranno dorate.

Nota Si conservano bene per due giorni.
Ma al terzo, quando hanno cominciato a perdere in croccantezza, ho scaldato appena nel tostapane le ultime due e...yummy!!! 

35 commenti:

  1. Ciao Maria Grazia, è sempre un piacere venire da te! Neanch'io so come trascorrerò la mia domenica...di sicuro la mattina c'è il catechismo coi miei bimbi adorati...nel pomeriggio spero di poter fare una bella passeggiata con il Gigante Buono. Speriamo che il tempo lo permetta! Il tuo pane è sempre incantevole per me, sei così brava!! I tuoi esperimenti con diversi tipi di farina sono intriganti...fai venire voglia di provare!! Un abbraccio forte cara e buon fine settimana, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve essere un vero piacere passeggiare con il Gigante Buono, Mary. Dalle tue parole traspare tanto amore e serenità. Grazie di aver condiviso questo con me.
      E grazie per i tuoi apprezzamenti sempre tanto gentili.
      Un abbraccio grande, cara Mary, e buona domenica!

      Elimina
  2. No non me lo dire !!!! Domenica si cambia orario!!! A parte questo le ciambelline con prugne sono fantastiche. Ci farei una colazione super!!! Baci cara e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì, Veronica! Dormiremo un'ora in meno...:)
      Grazie di cuore! Sono contenta ti siano piaciute le ciambelline!
      Un abbraccio e buon sabato sera!

      Elimina
  3. Appena posso provo anch'io a fare queste ciambelle, grazie per la ricetta!!:):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Vivi! Sei gentilissima!
      Buona serata e felice domenica!

      Elimina
  4. Ti capisco perfettamente, anch'io la domenica sono alle prese con lo stesso dilemma svegliarsi presto e panificare o recuperare qualche ora di sonno, cosa che in questo periodo non guasta, di solito panifico :-) il richiamo del lievito è irresistibile!
    Che belli i tuoi panini, delle perfette ciambelline!!!! l'accostamento della farina di segale alle prugne e noci è davvero interessante, da provare, complimenti!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  5. Io questo week-end lovogliopassare a sistemare il giardino..c'è un belsole.. e si sta bene! Ottime queste tue ciambelline.. particolari con le prugne.. smack e buon sabato :-)

    RispondiElimina
  6. Deliziose le tue ciambelline!! Adoro la farina di segale :-)!! Qui tempo splendido, weekend dedicato all'aria aperta :-) un bacione

    RispondiElimina
  7. Belle davvero e soprattutto deliziose!! Io sto tentando di focacciare!!
    Un bacioneee!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No!!! Non dovevi dirmelo! :)Adesso starò in fibrillazione nell'attesa di una delle tue meraviglie! Sarà una focaccia straordinaria!!!
      Grazie, Silvia!

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. ahahah...tu 6 proprio come me :-P Non riesco a resistere al richiamo dei panificati :-P Mi complimento con te x queste ciambellani golose e ti auguro un felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai ne ho bisogno quotidianamente. Quando non panifico sono più nervosa del solito :D
      Grazie, tesoro e buon weekend anche a te!

      Elimina
  10. Ciao Maria Grazia, domani non cucinerò, oggi ho fatto un tour de force, ma sono contenta dei risultati, ma niente pane, mi guardo un po' invidiosa il tuo. C'è in programma un incontro fra qualche blogger genovese per Pasqua. Ti unisci a noi? ti tengo informata, se ti fa piacere, buona domenica a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io sono curiosissima dei tuoi ovviamente straordinari risultati! Non farci attendere!
      Sarei felicissima di incontrarvi, Carla! Se rimango a Genova, molto ma molto volentieri! Fammi sapere :)
      Grazie di cuore e buona domenica anche a te!

      Elimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Per me che già di mio adoro la pioggia, dovrebbe piovere più spesso per avere così la scusa per stare in cucina a pasticciare!!!! Che belle e buone queste ciambelline, super ip ip urrà!

    RispondiElimina
  13. uella!!! Che ciambelline spettacolari! Anche tu vedo quando piove impasti..ahahha qui c'e una tua collega! ma se ti vengono sempre cosi' i lievitati che piova sempre!!!! buona Domenica

    RispondiElimina
  14. Ciao, che ricercate queste ciambelline, sicuramente alternative e originali.
    Le prugne secche non mancano mai nella nostra dispensa, questa ricetta è un'ottimo utilizzo.
    Baci baci

    RispondiElimina
  15. Ma che belle che sono e devono essere anche buone! Salvo la ricetta e ti auguro un buon inizio settimana! Ciao.

    RispondiElimina
  16. Tu mi incanti!!!!! Alla fine hai fatto tutto quello che avevi in mente e hai creato delle ciambelline che tolgono il fiato. Sono belle da morire.....
    Ma hai cambiato veste al blog???? Sei una sorpresa continua!! Passo da te, ci coccoliamo con queste bontà e poi camminiamo, camminiamo e camminiamo. Ok? Arrivo!!
    Buona giornata stella deliziosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace il nuovo, look, stellina? Non credi faccia molto Mary Grace? :D
      Sono sempre qui ad aspettarti! Non mi parrebbe vero!
      Un bacio, Erica e buona settimana. <3

      Elimina
    2. Hai ragione, fa molto Mary Grace :D Elegante, raffinata, con quel pizzico di ironia.... Splendido lavoro.
      Un bacione grandissimo anche a te dolcezza.

      Elimina
  17. Ben venga la pioggia se è accompagnata da queste delizie! :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Emanuela!!!
      Un bacio anche a te e buona settimana!

      Elimina
  18. La tua vena di panificazione è sempre gradita ed apprezzata, non ho mai usato la farina di segale....bello spunto.

    Se ti va ti lascio il link di un contest in atto nel mio blog e da nuvole di farina!

    http://lacasadi-artu.blogspot.it/2014/03/sfrutta-la-primavera-il-nuovo-fruits.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Sei sempre molto cara!
      Per quanto riguarda il contest, appena trovo un attimo di tranquillità, corro a vedere le modalità di partecipazione. Sarei molto felice di parteciparvi!
      A presto e buon proseguimento di settimana!

      Elimina
  19. Come ti capisco, anche per me impastare è terapeutico. Come è finita poi la domenica? Sei riuscita a stare lontana dall'impastatrice? Belle le tue ciambelline.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì, Terry! Niente panificazione domenicale :)
      Ma ho rimediato oggi. Poi ti dirò :)
      Grazie!!!

      Elimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. ciao..che bel blog complimenti...ti seguo volentieri...un bacio
    passa da me se ti fa piacere
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/

    RispondiElimina
  22. Grazie, Martina!!! Mi farà sicuramente piacere fare altrettanto!
    A presto!

    RispondiElimina
  23. Ciao Maria Grazia, ma che buone che devono essere queste ciambelline e anche carinissime da vedere:))
    Brava!!
    A presto

    RispondiElimina
  24. davvero strainvitanti un abbraccio simmy

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.