martedì 28 ottobre 2014

Filone di segale integrale al latte con le noci. Replica o "prima"?

"Che ci sarà mai di nuovo in questo ennesimo pane di Mary Grace?" ^_^ 
Questa è la domanda che sarebbe assolutamente lecito farsi. Perchè davvero non c'è nulla di eccezionale. 
Ne sono consapevole. Ho la pessima abitudine di non andare a rivedere e controllare i post relativi ai pani che ho preparato fino ad ora.
Così è facile che molte delle mie panificazioni si assomiglino un po'.
Molti gli ingredienti in comune: i mix di farine,  la mia amata frutta secca, il lievitino...
Però è più forte di me. Non dovete perderne neppure una :)

Felice settimana!

Maria Grazia























Filone di segale integrale al latte con le noci

Ingredienti

300 g di farina speciale per dolci Petra 5
200 g di farina di segale integrale
45 g di gherigli di noci tritati
280 ml di latte intero tiepido
25 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di malto d'orzo
5 g sale

Sciogliere il lievito (estratto dal frigo qualche minuto prima di utilizzarlo) in qualche cucchiaio di latte prelevato dalla quantità totale indicata negli ingredienti. Aggiungere qualche cucchiaio di farina 5 (sempre dalla dose indicata) ed il malto d'orzo. Lasciare riposare il lievitino per circa 30/35 minuti (fino al raddoppio).
Introdurre le farine precedentemente miscelate e setacciate, nella ciotola della planetaria insieme al sale, il latte rimasto e le noci tritate e l'impasto lievitato.
Impastare a velocità bassa per 5 minuti, poi a velocità media fino a che non si sarà formato un composto elastico ed omogeneo. Trasferirlo in una ciotola di plastica leggermente unta e coprire con foglio di pellicola. Lasciare riposare fino al raddoppio (io circa 1 ora e 30).
Foderare, poi, il fondo di una teglia con un foglio di carta da forno, dare forma al pane, praticare dei tagli sulla superficie, spennellare con poco latte e lasciar lievitare ancora per 40 minuti circa.
Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti o fino a che il filone non avrà assunto un bel colore dorato.


~
Con questo lievitato partecipo alla raccolta Panissimo di  novembre 2014. 
La raccolta Panissimo è stata ideata da Sandra e Barbara. A novembre, è ospitata da Sandra.



32 commenti:

  1. Da un pò, preferisco il pane lavorato con farine grezze o integrali. Perciò ben venga il tuo pane di segale con le noci!!
    Se fosse una "replica" non mi preoccuperei più di tanto. Non è forse vero che "repetita iuvant"?..
    PS: e nel tuo caso non " secant"!!
    Bacio grande :))

    RispondiElimina
  2. Cara Maria Grazia, vedendo queste foto, penso agli anni 944, ero garzone in un grande panificio, ricordo che tutti cercavano solo il pane che fosse bianco candido, pensavano che fosse quello il più salutare.
    Oggi con tutte l'analisi e l prove anno dimostrato che il pane e più salutare senza tante raffinatezze.
    il fatto è che è più buono, ma già l'ignoranza non finisce mai di stupire. Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Tomaso, ti ringrazio per avermi raccontato ed incantato con questo tuo pezzo di vita vissuta.
      Hai proprio ragione, le farine con tutto il grano sono molto più salutari e, fortunatamente, questo, pur a piccoli passi, sta diventando di dominio pubblico.
      Grazie di cuore, caro amico e buona serata anche a te!

      Elimina
  3. Ti assicuro che non mi stancherei mai dei tuoi pani ^_^
    Il tuo entusiasmo in merito è altamente contagioso :-P

    RispondiElimina
  4. I tuoi pani sono sempre belli e perfetti ,noci,farina di segale ...provero' sicuramente grazie e buona serata

    RispondiElimina
  5. A me il tuo pane sembra sempre fantastico, con le noci poi mi piace moltissimo... brava M.G.!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  6. Mary!! Ottimo questo pane!! Il prossimo lo faccio con il latte anche io!! Sono curiosa di vedere come rimane con la farina integrale!! Ma quante me ne ispiri?? Grazieeee!!!

    RispondiElimina
  7. UUUps!! Dimenticavo di scrivertelo!! A Giovedììììì!!!

    RispondiElimina
  8. La novità è un buon pane caldo e fragrante appena uscito dal forno .... un gusto unico e irripetibile .... complimenti per la bellissima panificazione.
    A presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente illustrato la poesia del principe dei prodotti dal forno, Anisja!
      Grazie!!!

      Elimina
  9. Un ottimo pane, l'aspetto è invitante e il sapore sarà fantastico.
    Complimenti, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona! Grazie mille!!!
      Un abbraccio anche a te e buona serata!

      Elimina
  10. Ma fai solo bene!!!! Posta tutto che noi ti leggiamo volentieri :-)))).
    Poi...se i post sono relativi a pani così............................!!!! GRAZIE!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Grazie infinite, Manuela!
      Un abbraccio grande anche a te!

      Elimina
  12. E questo pane è delizioso come gli altri cara Mary. Ho la petra 5, compro quella di segale e lo provo.
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Petra 5, che normalmente utilizzo nella preparazione dei dolci, è stata una vera scoperta nella panificazione, Lisa. Fammi sapere che ne pensi!
      Grazie infinite!

      Elimina
  13. Tesoro seppur capita qualche panificazione simile o del tutto uguale non fartene un problema, del resto ciò che crei in cucina è talmente invitante e certamente ottimo al palato, che non ne abbiamo mai abbastanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre dolcissima, Luna! Grazie di cuore!
      Un abbraccio grande e buon pomeriggio!

      Elimina
  14. ciao, se un accostamento ci è piaciuto non c'è ragione per cui non possiamo rifarlo, tanto non realizzerai mai comunque la stessa identica ricetta! Buonissimo questo pane rustico con le noci! Una bella fetta accompagnerebbe perfettamente il pranzo di oggi.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo con voi, ragazze ma spesso, molto spesso, mi ripeto :)
      Grazie mille e buon pomeriggio!

      Elimina
  15. Cara Maria Grazia, le tue splendide creazioni mi incantano e non mi stancano mai , io trovo tutto perfetto e leggerti è sempre un grande piacere:)))il tuo pane è bellissimo e di sicuro questo mix di farine e la presenza delle noci lo rendono buonissimo e particolarmente gustoso:))bravissima come sempre:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuo a dire che tu sei sempre troppo buona con me, Rosy!
      Grazie di cuore, davvero!
      Un bacio grande anche a te e buon pomeriggio!

      Elimina
  16. Infatti fai benissimo!! e poi il variare le farine dà proprio un altro pane quindi.. Ottimo anche questo! un bacione

    RispondiElimina
  17. woww mi sembra di sentire il profumo di pane. Bravissima, i tuoi pani sono sempre molto invitanti :)
    Un abcio

    RispondiElimina
  18. anche io voglio provare con il latte, io e il pane abbiamo un rapporto un po' strano, a volte ci intendiamo alla grande, altre insomma....bello bello il tuo filone!!!

    RispondiElimina
  19. la vedrei bene ripiena di tanto buon salame, chissà che bontà insieme ! Buon weekend, un bacione

    RispondiElimina
  20. io penso che sia una questione di gusto o di monenti, anche io prendo i "dirizzoni", adesso per esempio tutte schiacciate con i pomodorini, con tutte le farine, con tutte le cotture diverse, insomma con il famoso "famolo strano"! ah ah ah! i panificatori seriali! comunque, due belle fette di questo pane con la mortazza in mezzo.... ma vuoi mettere?
    grazie tesoro!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come non essere d'accordo con te, Sandra! Quando prende il "chiribizzo" non c'è nulla da fare, altro che andare a controllare quel che si era fatto prima! E... mortazza a go go! :D
      Grazie a te, Sandra!!!

      Elimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.