venerdì 21 ottobre 2016

Emozioni dal Mondo 2016: Merlot e Cabernet Insieme. La conferma di un successo.

E' stata un successo anche l'edizione 2016 di Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme, concorso enologico internazionale ideato da Vignaioli Bergamaschi e Consorzio Tutela Valcalepio, consorzio con cui avevo collaborato nel 2014 e nel 2015 grazie all'evento Valcalepio Blogger Tasting, organizzato in occasione di Vinitaly, il Salone del Vino e dei Distillati che si tiene ogni anno a Verona.
Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme è una manifestazione di grande rilevanza internazionale, in quanto unico evento a livello mondiale dedicato ai vini Merlot e Cabernet che opera sotto l'egida di OIV, l'Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino e unico concorso con il maggior rapporto di giudici e numero di campioni degustati.
Da dodici anni, la competizione riunisce oltre settanta giudici internazionali chiamati ad esprimersi sui vini Merlot e Cabernet in concorso.
Ma come è nato quello che ancora una volta si è confermato un appuntamento unico al mondo?
Nel 2004, in occasione di una serie di incontri dedicati al taglio bordolese nella realtà produttiva bergamasca, grazie all'intuizione dell'enologo Sergio Cantoni (oggi direttore del Consorzio Tutela Valcalepio) prende vita l'idea di coinvolgere un bacino di utenza più ampio in un confronto a livello internazionale, capace di coinvolgere tutti i Paesi che producono vini Merlot, Cabernet e loro tagli.
E' così che, dal 2005, con l'approvazione della Vignaioli Bergamaschi S.p.A e del Consorzio Tutela Valcalepio, la kermesse Emozioni dal Mondo (non provoca forse una sorta di pathos la degustazione di un vino?) diventa un appuntamento annuale.
La novità dell'edizione 2016 è stata l'inserimento di un premio speciale, il Web Award, assegnato da una giuria di web journalists e dalla Blogger Committee, della quale ho avuto l'onore ed il privilegio di far parte.










Nonostante le condizioni atmosferiche avverse, le visite turistiche e tecniche, storicamente inserite nel nutrito programma di tre giorni, si sono svolte regolarmente e con successo.
La formula scelta dall'organizzazione di Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme, infatti, è davvero unica nel suo genere, in quanto mira ad utilizzare questo appuntamento anche come opportunità per promuovere la produzione enologica ed il territorio orobico.
A questo scopo, ogni anno, il Concorso enologico cambia location, in modo da permettere agli ospiti italiani e stranieri di conoscere una nuova zona della provincia bergamasca.









Il Museo Paleontologico di Cene


In questa edizione, il pomeriggio di giovedì 13 ottobre, è stato dedicato ad una visita al Parco Paleontologico di Cene (BG), in Val Seriana, inaugurato nel 2002 e concepito al fine di tutelare e valorizzare uno dei più rilevanti giacimenti paleontologici a livello internazionale.
Il Parco comprende un centro visitatori all'interno del quale è possibile, con l'ausilio di pannelli informativi, conoscere la storia geologica dell'area.
All'esterno del centro visitatori, è possibili percorrere un sentiero naturalistico che comprende anche un'area attrezzata per la simulazione di uno scavo paleontologico.









Il Santuario di San Patrizio

Interessante e suggestiva la successiva visita al Santuario di San Patrizio, sito nel comune di Colzate, in Val Seriana. Un edificio immerso nel verde ed arroccato sulle pendici del Monte Clavera, il cui nucleo più antico risale al XIV secolo.
Dalla balconata panoramica del Santuario, l' ampia vista sulla valle lascia senza fiato anche in un pomeriggio plumbeo ed uggioso.








Dopo un rigenerante ristoro offerto in uno dei locali del santuario, si è fatto ritorno in hotel per una paio d'ore di riposo prima dell'appuntamento con la Cena di Benvenuto.
Una serata che si è svolta all'insegna del gusto e della convivialità, perfettamente riuscita grazie alla consueta e squisita accoglienza di Sergio Cantoni, direttore del Consorzio Tutela Valcalepio, di Sara Cantoni (PR ed organizzatrice degli eventi per il Consorzio) e dei loro collaboratori.









Le sessioni di assaggio a Palazzo Maestri

La mattina successiva, venerdì 14 ottobre, si è entrati nel vivo dell'evento enologico.
Alle 9.00, infatti, hanno preso il via le sessioni di assaggio presso Palazzo Maestri, incantevole villa di fine Settecento situata a Cenate Sopra.
La giuria era composta da 83 giudici provenienti da 27 Paesi divisi in 7 commissioni formate da 12 membri. I comitati hanno degustato i 236 campioni in concorso (36 vini per commissione).
Dopo una dettagliata e precisa spiegazione delle modalità di valutazione e la prova di assaggio, le sessioni sono iniziate in una atmosfera di quiete e rilassata concentrazione, come ovviamente richiede un momento così importante e di grande responsabilità.
















La proclamazione dei vini vincitori, prevista per il giorno successivo,  quest'anno si è svolta presso la Sala Mosaico della Camera di Commercio di Bergamo al termine del convegno tecnico-scientifico.









Terminate le degustazioni dei vini in concorso, le commissioni si sono spostate per il pranzo a buffet, servito in una delle ampie sale della splendida location.









Due gli interessanti itinerari proposti per il pomeriggio: la visita della mostra Il Genio del Tiepolo, presso la Fondazione Creberg di Bergamo o, in alternativa, la visita all'Azienda Vitivinicola Cantina Sociale Bergamasca di San Paolo d'Argon.









La Cantina Sociale Bergamasca


Insieme ad altre compagne ed ospiti, ho scelto l'itinerario tecnico che prevedeva la visita alla Cantina Sociale Bergamasca, una realtà nata nel 1957 e da allora punto di riferimento per la viticoltura locale dal punto di vista dell' innovazione e della ricerca.
Nel 1974, la Cantina ha ottenuto la DOC Valcalepio, della quale ancora oggi rappresenta il maggiore produttore.









La struttura vanta un reparto di vinificazione all'avanguardia, un impianto di imbottigliamento dotato delle più moderne attrezzature ed una cantina di affinamento capace di ospitare circa 2000 ettolitri di legni di diversa capacità ed essenza.










La visita alla Cantina Sociale Bergamasca si è conclusa con un delizioso spuntino a base di ottimo cibo locale come, ad esempio, il sublime Salame Bergamasco IGP.
Il tutto, ovviamente, accompagnato da ottimo vino Valcalepio Doc.









La Cena di Gala

La Cena di Gala, fissata per le 20.30, ha avuto luogo nella splendida cornice di Palazzo Maestri, sito che aveva visto nella mattinata lo svolgersi delle sessioni di assaggio.
Ancora un momento bellissimo, condiviso con nuove e vecchie amiche davvero speciali. Una serata piacevolissima, all'insegna di una gioiosa ma discreta convivialità.


























Il Convegno Tecnico-Scientifico: Il futuro della viticoltura ed enologia dal punto di vista della sostenibilità ambientale.

Il convegno, svoltosi la mattina di sabato 15 ottobre alle 9.30 presso la Sala Mosaico della Camera di Commercio di Bergamo, si è aperto con un commosso ricordo di Emanuele Prati, segretario generale della Camera di Commercio di Bergamo, scomparso qualche giorno prima e definito dagli affezionati colleghi, il segretario gentiluomo.
Moderato dal Presidente Onorario OIV, Mario Fregoni, il meeting ha visto avvicendarsi sul palco nomi importanti, relatori di di rilevanza internazionale per quanto riguarda viticoltura ed enologia.
Il tema è stato affrontato approfonditamente e da diverse prospettive. 

Sono intervenuti al dibattito:
Enrico Peterlunger, docente di Viticoltura e Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Viticoltura, Enologia e Mercati Vitivinicoli, presso l'Università di Udine,
Vladimir Tsapelik, Presidente dell' Independent Wine Club (Russia),
Francesco Anaclerio, Responsabile del Centro Sperimentale Vivai Cooperativi Rauscedo,
Valerio Mazzoni, ricercatore presso la Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige,
Vittorio Veronelli, Vicepresidente di IBMA Global CEO CBC srl,
Claudia Quini, Vicepresidente di OIV (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino)

La platea ha seguito con interesse i temi della manipolazione genetica, degli ibridi e di tutte le possibili vie che la viticoltura e l'enologia spera di poter percorrere in in un futuro non troppo lontano. 










Al termine della tavola rotonda,  l'attesissima proclamazione dei vincitori della dodicesima edizione di Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet insieme.










La sorpresa di quest'anno, sono state Cina e Russia che, hanno entrambe conquistato tre medaglie d'oro.
Si sono confermate nazioni di notevole rilevanza nel mondo dell'enologia, la Croazia, premiata con sei medaglie, Israele con cinque e Argentina, Russia, e Turchia, premiate con tre medaglie ciascuna.
Degni di nota anche i risultati ottenuti da Ungheria e Slovenia, premiata con due medaglie. 
Una menzione meritano anche Serbia, Germania, Repubblica Ceca, Sud Africa, Slovacchia e Georgia.
L'Italia ha conquistato 38 delle 71 medaglie d'oro assegnate, a 15 delle 21 nazioni in concorso:
17 medaglie sono state conferite alla Lombardia (sette nel bergamasco), 10 al Veneto, 3 rispettivamente al Friuli Venezia Giulia e al Trentino Alto Adige, due alla Toscana, una a Lazio, Puglia e Abruzzo.
Il premio della stampa, assegnato da una giuria di giornalisti, è stato conferito al Cabernet della Bergamasca IGT Villa Redona 2010, prodotto dall'Azienda Vitivinicola Medolago Albani.
La stessa azienda ha ricevuto anche il Web Award, riconoscimento conferito dalla giuria composta da bloggers e web journalists.
Un vino bergamasco che ha messo d'accordo tutti: tecnici, stampa e bloggers.
Dopo un gustoso pranzo a buffet servito nei locali adiacenti alla Sala Mosaico, l'immancabile appuntamento con la degustazione dei vini premiati.









La degustazione dei vini vincitori al Monastero di Astino

La degustazione dei vini vincitori ha avuto luogo presso il refettorio dell'ex convento di Astino, monastero fondato nel 1107, il cui restauro più recente e completo è stato effettuato grazie alla Fondazione Mia.
Il Monastero di Astino è stata la sede della prima Cantina Sociale del bergamasco nei primi anni del '900.




















Consorzio Tutela Valcalepio e Vignaioli Bergamaschi hanno scelto di devolvere le offerte libere per accedere al banco d'assaggio, al progetto sostenuto dal Comune di Bergamo in favore della popolazione di Amatrice, gravemente colpita dal sisma di fine agosto.




Ringrazio di cuore gli organizzatori di Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme per avermi dato l'opportunità di prendere parte ad un evento di così importante richiamo internazionale.
In particolare i miei ringraziamenti vanno al Consorzio Tutela Valcalepio e alle persone che si sono occupate dell'organizzazione dell'evento in maniera impeccabile.
Una menzione speciale alla sempre gentile e disponibile Sara Cantoni, che, anche in questo frangente, mi ha permesso di arricchire la conoscenza, non solo del patrimonio enologico bergamasco, ma anche di quello storico-culturale.
Il bergamasco è un territorio variegato e affascinante. Borghi medioevali, aree montane di particolare bellezza sono solo alcuni dei numerosi itinerari proposti da questa zona davvero affascinante.

A reedìs, Bergamo!












11 commenti:

  1. Cara Maria Grazia, che bello questo post, quasi quasi ti invidio!!!
    deve essere stato veramente bello!!!
    Ciao e buona serata con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, carissimo Tomaso. E' stata un'esperienza davvero emozionante e bellissima. Un grandissimo abbraccio a te e alla tua famiglia. Accompagnato da un immancabile, largo sorriso :D

      Elimina
  2. Bello Maria Grazia, molto dettagliato.
    Buona serata e chissà che non ci si riveda un altro anno, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero davvero, cara Lorena. E' stata davvero una gioia conoscerti di persona. Un grande abbraccio e grazie di cuore!

      Elimina
  3. Un gran bel post su dei vini che andrebbero meglio conosciuti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre gentilissimo, caro Günther. Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  4. bel post e ottimi vini da conoscere maggiormente, l'Italia ha innumerevoli gemme , un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimi vini e splendido territorio, Chiara. Il nostro Paese è ricco di angoli meravigliosi che vale la pena visitare.
      Un grande abbraccio e grazie di cuore.

      Elimina
  5. Grazie mille per il bellissimo e dettagliato post cara Maria Grazia:))e complimenti per la bellissima esperienza:))
    Un bacione e buona domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite a te, cara Rosy per averlo letto. Un abbraccio grandissimo e buona serata.

      Elimina
  6. Un post molto interessante intorno ad un evento unico nel suo genere! Invidia pura, avrei voluto esserci anche io! Un bacio

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.