lunedì 3 giugno 2019

Spaghetto Quadrato con Crema di Ricotta, Pistacchi Tostati e Fiori di Zucca. È arrivata l'estate?

La Primavera che si è fatta attendere e alla quale tutti anelavamo, pare essere arrivata. Le temperature sono decisamente miti, anzi, per la verità sono molto vicine a quelle che normalmente allietano i giorni a cavallo tra giugno e luglio. 
A Casa MG, ci si adegua anche in cucina, regalando alla tavola nuovi piatti ed i colori della bella stagione.
Il primo esperimento targato Giugno è gustoso e al contempo delicato. 
E, ovviamente, non poteva non essere un buon piatto di pasta, al quale non rinuncio neppure nei giorni più afosi dell'estate.

A presto!


Maria Grazia







Non solo un carboidrato

Molte persone riducono il consumo dei primi piatti con l'intenzione di migliorare il proprio regime dietetico o per perdere peso. Spesso viene condiviso il messaggio che la pasta sia semplicemente un carboidrato. In realtà, contiene il 12-14% di proteine. Se pensiamo che il riso ne contiene circa la metà, il dato è degno di nota. Secondo la normativa europea, la pasta è definibile come "fonte di proteine" e questa caratteristica viene evidenziata accompagnando la pasta a legumi come fagioli e ceci, a sugo di pesce  o ricotta.
Queste preparazioni completano la qualità delle proteine dei cereali con quelle dei legumi, dei latticini o con quelle presenti, in piccola quantità, in carne e pesce.
La pasta è inoltre una fonte importante di amido resistente, prodotto in seguito a tecniche di produzione e poi di cottura. Viene definito resistente, in quanto resiste alla digestione nel piccolo intestino, giungendo così intatto al grande intestino, dove si trova la flora batterica intestinale. Carboidrato non digeribile, l'amido viene fermentato dalla flora batterica. Anche per questo la pasta ha un indice glicemico inferiore rispetto a quello di riso, pizza, pane e patate.
Pertanto, gli effetti deleteri che molti pensano abbia la pasta su linea e salute, come succede con altri alimenti, si presentano solo se ne viene fatto un consumo esagerato. Nella pasta normale (non solo in quella integrale, di farro o a base di legumi), soprattutto quella di buona qualità, troviamo tutte le proprietà benefiche descritte.
(fonte, Nutrizione e Salute, rubrica del Dr. Michele Sculati sul mensile dei Soci Coop)



Spaghetto Quadrato con Crema di Ricotta, Pistacchi Tostati 
e Fiori di Zucca



Ingredienti
(dosi per tre persone)

240 g di spaghetti
6 fiori di zucca da zucchine novelle
una manciata abbondante di pistacchi sgusciati
3 cucchiai di ricotta vaccina magra
olio extravergine di oliva da olive taggiasche
latte
sale


Staccare delicatamente i fiori dalle zucchine, rimuovere il pistillo al loro interno aprendo il fiore lateralmente.

Sciacquare sotto l'acqua corrente i fiori di zucca e porli ad asciugare su fogli di carta assorbente da cucina.

Nel frattempo, tritare grossolanamente i pistacchi e tostarli in un padellino dal fondo antiaderente.

In una ciotola lavorare la ricotta vaccina con tanto latte quanto basta ad ottenere una cremina liscia.
Unire parte dei pistacchi tritati ed amalgamarli alla crema di ricotta.

Una volta asciutti i fiori di zucca, tagliarli a striscioline e saltarli in poco olio extravergine di oliva per qualche secondo.

Scolare la pasta al dente e trasferirla nella ciotola contenente la crema di ricotta e pistacchi, amalgamarla al condimento e distribuirla in piatti singoli.

Terminare unendo ad ogni porzione i fiori di zucca tagliati a striscioline e una spolverata di pistacchi tritati e tostati. Servire subito.




2 commenti:

  1. Mi sa che la primavera è stata scavalcata dall'estate....oggi fa un caldo che sembra luglio!
    Il tuo piatto con quel bel colore, oltre a mettere appetito mette anche allegria ^_^
    Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Questa pasta è perfettamente nelle mie corde...quando mi autoinvito a pranzo??

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, i commenti anonimi verranno eliminati.