mercoledì 13 novembre 2019

Sgombri Farciti al Forno con Salsa all'Arancia. Mantra in cucina.

Omega 3 e pesce a tonnellate. Questo il mio mantra in cucina, almeno fino a quando non sarà ora di affrontare la consueta maratona natalizia. Negli ultimi tempi, tra cene con gli amici o fuori casa, ho finto di dimenticare il mio galoppante colesterolo LDL ed è ora di correre ai ripari.
Terminata da un po' la stagione delle acciughe, il pesce azzurro che più spesso porto in tavola in questo periodo, è lo sgombro, saporito e particolarmente salubre perché ricco di grassi polinsaturi.
È ottimo cucinato in umido con i piselli, lessato, alla griglia e al forno.
Qualche giorno fa, ho approfittato di un'ottima offerta in pescheria ed ho acquistato dei piccoli, freschissimi esemplari. L'intenzione era quella di cucinarli lessati. Poi, per quanto siano buonissimi semplicemente conditi con un filo di ottimo olio extravergine di oliva ligure, ho preferito regalare a questo ottimo  e saporito pesce, uno sfizioso ripieno e la cottura al forno.
Li gustiamo insieme?

A presto!

Maria Grazia





Sgombri al Forno


Povero ma ricchissimo!

Pesce azzurro dalle eccellenti proprietà nutritive, lo sgombro fa parte di quella categoria di pesci considerati poveri perché poco conosciuti e per questo motivo meno richiesti. Le loro proprietà nutritive, però, sono preziosissime. Tra questi acciughe, sugarelli, sardine, aguglie e, appunto, lo sgombro.
Noto anche con il nome di lacerto (laxerto in Liguria) e maccarello, lo sgombro è innanzitutto ricco di Omega3, i cosiddetti grassi buoni, preziosi per il nostro organismo ed in particolare per l'apparato cardiocircolatorio. Grazie agli Omega 3, le nostre arterie vengono ripulite ed aiutate a ridurre il colesterolo nel sangue. 
Come tutti i pesci azzurri, lo sgombro è ricco di proteine, di vitamine e minerali quali fosforo, magnesio e calcio. 




Sgombri Farciti  al Forno
con Salsa all'Arancia


Ingredienti
(per 2 persone)

6 piccoli sgombri del Mar Ligure già puliti e della stessa dimensione
una manciata di Olive Taggiasche conservate in olio extravergine di oliva
la metà di un panino ai cereali con semi di sesamo
una manciata di pinoli italiani
3 alici sott'olio del Mar di Sicilia
vino bianco secco
olio extravergine di oliva della Riviera Ligure
prezzemolo fresco tritato

Per la Salsa all'Arancia

1 arancia biologica
1 cucchiaino scarso di amido di mais





Pesce al Forno




La pulizia dello sgombro

Solitamente, io faccio eseguire questa operazione dalla pescheria, ma se la si fa a casa, procedere in questo modo:
pulire e privare gli sgombri delle pinne con l'ausilio di una forbice, privarlo delle squame, utilizzando l'apposito utensile o il retro della lama di un coltello (questa operazione va effettuata dalla coda verso la testa). Eliminare le interiora. 
È molto importante non acquistare pesci privati della testa, in quanto questa permette di valutarne la freschezza. Ovviamente, l'occhio del pesce fresco deve essere vivace e le branchie di un bel colore acceso.

La ricetta

Tritare non troppo finemente le olive taggiasche, i filetti di alici, il panino ai cereali, i pinoli ed il prezzemolo tritato. Unire un filo d'olio extravergine di oliva ed amalgamare bene fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto. Tenerne un cucchiaino da parte. 

Ricoprire il fondo di una teglia con un foglio di carta da forno, stendervi gli sgombri, farcirli con il composto e legarli con refe da cucina. Irrorare i pesci con poco vino bianco ed un filo di olio extravergine di oliva.

Cuocere in forno preriscaldato a 190° per 10 minuti. 

Nel frattempo, preparare la Salsa all'Arancia, ponendo in una casseruola la farcitura rimasta, unire l'amido di mais, il succo d'arancia e far addensare sul fuoco.

Servire gli Sgombri al Forno Farciti accompagnandoli con la salsina preparata e filetti di scorza d'arancia.

9 commenti:

  1. ottimi così cucinati, grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  2. Una ricetta molto raffinata per potere portare in tavole uno dei pesci con un ottimo rapporto qualità/ prezzo

    RispondiElimina
  3. Lo sgombro è un pesce che non prendo mai in considerazione e invece oggi mi insegni a rivedere questa mia cattiva abitudine!
    Buon we MariG e a presto!

    RispondiElimina
  4. Ho iniziato solo da poco ad acquistarlo con una certa frequenza, soprattutto per sostituire e superare la mancanza delle mie amate acciughe :) È ottimo e davvero prezioso per combattere il mio pressoché irriducibile colesterolo ldl :D
    Grazie, Consu! Un bacio grande!

    RispondiElimina
  5. Un tempo un bistrattato lo sgombro ora gode di una nuova reputazione non solo sana ma anche gourmand con la tua ricetta

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, i commenti anonimi verranno eliminati.