martedì 1 settembre 2015

La Pasta alla Norma di Casa MG. Un'opera senza tempo.

Ho una grande passione per la pasta ed i primi piatti in genere. Forse lo avete vagamente intuito.
Mi piace sperimentarne sempre di nuovi ma amo anche i grandi classici. 
La Pasta alla Norma è uno di questi, un evergreen che molto spesso compare sulla mia tavola estiva.
Non mi stupisce l'esclamazione pronunciata nel lontano 1920, dal commediografo Nino Martoglio che, durante una cena alla quale era stato invitato, assaggiò un piatto di spaghetti con melanzane fritte, salsa di pomodoro, basilico e ricotta grattugiata: " Chista è 'na vera Norma!", esordì, facendo sua un'espressione popolare che rendeva omaggio alla più conosciuta tra le opere del compositore Vincenzo Bellini. 
Nel corso del tempo e per vari motivi, ho apportato alcune modifiche all'intoccabile classico. Vuoi per limitare il consumo di fritto, vuoi perché in famiglia abbiamo da sempre una predilezione per la pasta corta.
Così, griglio le melanzane sulla piadiniera, scelgo i mezzi paccheri del Pastificio Lagano e spolvero con una grattata di meravigliosa ricotta stagionata di pecora. 
Sipario!

Buon proseguimento di settimana!

Maria Grazia












La Pasta alla Norma di Casa MG


Ingredienti
(per tre persone)

250 g di mezzi paccheri Pasta Lagano
1 grossa melanzana
6 pomodori Piccadilly
50 g di ricotta stagionata di pecora 
basilico
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale








Lavare la melanzana e affettarla il più sottilmente possibile. Disporla su un tagliere inclinato, cospargerla di sale fino e lasciarla un'ora a perdere l'acqua di vegetazione.
Nel frattempo, tagliare i pomodori a cubetti e trasferirli in un colino a perdere acqua.
Tagliare lo spicchio d'aglio a metà, eliminare la radice interna e rosolarlo in tre cucchiai di olio extravergine di oliva. Eliminarlo, aggiungere i pomodori, qualche fogliolina di basilico e poco sale,
Cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti. 
Asciugare le fette di melanzane con carta da cucina e grigliarle nella piadiniera (o nel tegame che siete soliti usare).
Cuocere al dente i mezzi paccheri in acqua bollente salata e trasferirli in una ciotola da portata. Condirli con il sugo di pomodoro ed unire le melanzane. 
Grattugiare sui mezzi paccheri conditi la ricotta stagionata di pecora e, nel caso il piatto risultasse troppo asciutto, unire un cucchiaio abbondante di acqua di cottura della pasta tenuta da parte.





42 commenti:

  1. Sai che non ho mai provato a farla?! Rimedierò!!! Ne approfitto per invitarti a partecipare al mio primo contest "Il mio piatto preferito" <3
    http://www.golosedelizie.com/2015/08/contest-il-mio-piatto-preferito.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Ale! Spero di riuscire a partecipare al tuo contest. Mi farebbe davvero molto piacere. Un caro abbraccio e buon pomeriggio.

      Elimina
  2. Fantastica! Anch'io adoro la pasta e questo è un piatto senza tempo del quale non ci si stanca mai
    :)

    RispondiElimina
  3. Una vera opera d'arte che chiama il bis a gran voce ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, Consu. L"opera d'arte cui mi riferisco nel titolo del post è la ricetta classica, insieme al lavoro di Bellini :-)
      La mia è un umile versione del piatto originale, imposta da quel simpaticone del mio colesterolo LDL :-D
      Grazie mille, tesorino! Un mondo di baci! <3

      Elimina
  4. e' uno dei miei piatti siciliani preferiti, che voglia di una forchettata!Un abbraccio cara , a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Chiara! Felice pomeriggio!

      Elimina
  5. L'ho mangiata cucinata da siciliani.. l'ho riproposta anche in casa mia.. E' trooooppo buona!!!!! smackkkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve essere stata sublime, Claudia!
      Grazie mille! <3

      Elimina
  6. Con le melanzane grigliate è ancora più buona, perché molto più leggera, ma sempre gustosa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La versione originale è, senza alcun dubbio, straordinariamente gustosa, ma devo dire che anche la versione più leggera è molto saporita. Un grande abbraccio, Claudia e grazie di cuore!

      Elimina
  7. l'ho mangiata tante volte, ma mia fatta, mi piace molto la tua rivisitazione, molto piu' leggera!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Sabrina! Un bacio grande e buona serata!

      Elimina
  8. Le ricette classiche, che magari si sono mangiate chissà quante volte, devono essere rinnovate con qualche variazione personale. La tua mi sembra molto gustosa e salutare. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una variante forzata ma molto gradita. Che cosa non si fa per contrastare l'implacabile colesterolo LDL, caro Andrea :)
      Grazie infinite e buona serata!

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  9. Cara Maria Grazia,l'ho mangiata da poco in occasione di una cena presso un amico di mio marito il quale aveva sicuramente elaborato una sua personalissima versione lontana da quella originale ma ti posso assicurare ottima:melanzane fritte (coltivate da loro!),salsa fatta con conserva di pomodoro fatta in casa,olive nere sott'olio e cubetti di provola ragusana di masseria.Calorica ma molto buona.Mio marito ha mangiato altro perché non mangia tantissime verdure che io adoro...la tua versione mi piace tantissimo in quanto le melanzane grigliate risultano più leggere ma non meno gustose...poi l'hai realizzata a regola d'arte,bravissima come sempre,ti faccio i miei migliori complimenti:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da qualche tempo, sto cercando di "alleggerire" quei piatti che avevo sempre cucinato attenendomi alle ricette originali o della tradizione. Che sollievo, cara Rosy, scoprire di poter continuare a deliziarsi con qualche piccolo accorgimento :)
      Un grande abbraccio e grazie mille, splendida amica!

      Elimina
  10. anche io adoro la pasta alla norma e questa tua versione mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  11. Un primo piatto che adoro, la tua proposta è come sempre invitantissima e .... perfetta!!!
    Brava
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei gentilissima, come sempre, cara Ely. Grazie mille! Baci grandi anche a te e buona serata!

      Elimina
  12. La pasta alla Norma è davvero una sinfonia di colori e di sapori ... bellissima la tua interpretazione leggera e invitante ... uno spettacolo per gli occhi prima ancora che per il palato!
    Complimenti!
    Ciao, a presto ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre tanto, troppo carina, Anisja. Grazie di cuore!

      Elimina
  13. Mhhh buona, pensa che l'ho mangiata per la prima volta domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sai di che parlo, cara Monica :)
      Un caro saluto e buona serata!

      Elimina
  14. La Norma è un piatto a cui sono molto legata... mia madre, che è siciliana, ne parla spesso e sempre con gli occhi a cuoricino. Purtroppo da me non si trova una ricotta stagionata da grattuggiare che non sia salatissima, e non la preparo se non trovo gli ingredienti giusti :( La tua è talmente invitante che mi fa venire voglia di correre in Sicilia e fare scorte di ricotta da grattuggiare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo stare molto attenta al sale, per cui la mia ricerca di una ricotta adeguata è sempre piuttosto ardua. Qui ho usato quella di pecora che ho trovato molto gradevole. Grazie mille, Claudia! Troppo gentile!

      Elimina
  15. Ottimo pasta , adoro le melanzane, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito della ricetta originale, Simona :)
      Grazie mille!

      Elimina
  16. Che meraviglia, uno dei miei piatti preferiti! Bellissima la versione light, da provare sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice tu l'abbia apprezzata, cara Annalisa. Grazie di cuore e felice serata!

      Elimina
  17. Ciao Mary Grace, questo é un piatto che a casa sparisce in un attimo,adorabile!
    Questa tua versione mi piace tantissimo, complimenti questo.piatto é un esplosione di colori e profumi! Bravissima!!!
    Allora di aspetto al mio contest!
    Un caro abbraccio e felice serata!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Laura! Farò il possibile per essere presente. Un grande abbraccio e buona serata!

      Elimina
  18. Ma daiiiii!!! Ho pubblicato anche io ieri la mia Norma! Io la adoro e i miei ospiti me la chiedono spesso. Un bacio Maria Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongustaia!!! :)
      A questo punto, vengo rapidamente a gustarmi la tua succulenta versione.
      Grazie mille, Terry!

      Elimina
  19. Ciao! ti capiamo benissimo, anche per noi i primi piatti rientrano tra le migliori preparazioni!! certo...i classici son sempre tali, e non si può certo non gustarsi anche un buon piatto della tradizione" buonissimi questi paccheri alla norma...
    prima o poi ci troverai a bussare alla tua porta per il pranzo ;-)
    un bacione

    RispondiElimina
  20. una delle mie paste preferite, anche io cerco di variare tendendo ad alleggerire, sempre buona! la spolverata finale l'adoro! buon week end cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, cara Lilli! Ben tornata!
      Un abbraccio,
      MG

      Elimina
  21. mi piace molto perchè le melanzane non le hai fritte ma grigliate, ottima versione di pasta alla norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna attenersi al nuovo regime alimentare, caro Carmine :)
      Grazie di cuore!

      Elimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.