venerdì 18 settembre 2015

Soda bread. La salvezza!

Non è da me. In cucina potrebbe mancare tutto ma non il mio rassicurante rifornimento di farine. Non parliamo, poi, del lievito! Eppure è successo. Apriti, sesamo... ops! Apriti, credenza ed ecco languire al tuo interno un paio di sacchetti di farina praticamente vuoti e forse un grammo di lievito madre secco. Conseguenza di questa torrida estate che è riuscita (temporaneamente) a sopire la mia passione per pane e lievitati.
A questo punto, ogni speranza di accompagnare il pasto con una fetta di fragrante pane caldo sembra perduta. Ma ecco un remoto, ultimo rigurgito di lucida memoria giovanile farsi strada, riportandomi alla mente due paroline: soda bread.
Conoscerete sicuramente questo pane tipico della tradizione irlandese, che prevede una rapida lavorazione degli ingredienti e che si presta a numerose varianti. L'impiego del bicarbonato in sostituzione del lievito da' corpo ad un pane ovviamente meno alveolato, ma davvero morbido e profumato.
Il bicarbonato di sodio per reagire, deve venire a contatto con gli acidi per cui, nella ricetta originale, viene utilizzato il latticello. Non avendolo a disposizione, ho optato per una delle soluzioni alternative ovvero il latte, al quale ho aggiunto qualche goccia di limone.
Non vi sto probabilmente parlando di nulla di nuovo ma, come faccio ogni volta che una pur semplice e rapida preparazione mi solleva da qualche cruccio, prendo due piccioni con una fava: registro la ricettina sul blog/quadernino delle ricette e ne gioisco con voi :)

Buon week-end!

Maria Grazia

















Soda Bread



Ingredienti

200 g di farina speciale per focacce macinata a pietra (Petra 3)
50 g di farina speciale per dolci (Petra 5)
180 ml di latte intero
1 cucchiaino scarso di bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino di zucchero
mezzo cucchiaino di sale 
2 gocce di succo di limone
semi di sesamo

Miscelare e setacciare le farine e trasferirle nella ciotola della planetaria. Unire lo zucchero, il sale, il bicarbonato di sodio e mescolare con cura. Aggiungere il latte al quale sarà stato aggiunto il succo di limone e impastare a velocità minima finché gli ingredienti non si saranno ben amalgamati.
La lavorazione dell'impasto deve essere veloce, altrimenti il pane crescerà poco in cottura. Risulterà poi molto idratato, per cui prima di dargli forma, infarinare bene le mani. 
Coprire il fondo di una tortiera da 22 cm di diametro e trasferirvi l'impasto. 
Appiattirlo leggermente ed incidere una croce con un coltello affilato sulla superficie. Spennellare con poco olio e distribuire sul pane dei semi di sesamo (o altri a piacere). 
Coprire con un foglio di alluminio e cuocere in forno preriscaldato a 220° per 30 minuti. 
Eliminare la stagnola e cuocere ancora per 10 minuti. 
Sfornare il pane, lasciarlo intiepidire, tagliarlo a fette e spalmarvi confettura o crema al cioccolato spalmabile a volontà!


28 commenti:

  1. Io me la salvo!!!!!! non ho mai provato a farlo.. ho sempre creduto che avesse una consistenza duretta che non piace almio fidanzato.. Tu invece mi dici che non è tanto alveolato ma morbido... Lo proverò quanto prima!!!! :-* buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato molto soffice, Claudia. Ed il giorno dopo era ancora gradevole.
      Grazie mille!!! Buon week-end anche a te!

      Elimina
  2. Molto interessante Maria Grazia, da te sempre tantissime idee! Voglio provarlo al più presto, di modo da avere anche io la mia ancora di salvezza!
    Un bacione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pane della tradizione irlandese che si rivela utilissimo in situazioni delicate :)
      Grazie di cuore, Annalisa. Un bacio grande a te e buon fine settimana!

      Elimina
  3. Il soda bread si rivela un'ottima soluzione in questi casi. Buono, rapido e versatile, vale la pena prepararlo più spesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo, Giulia. Un pane in poco meno di un'ora! Grandioso! :)
      Un caro abbraccio e grazie!

      Elimina
  4. Beh, bisogna aggiustarsi anche quando si tratta di momenti e ci sei riuscita. Io a volte inizio il lievito per dolci non vanigliato anche perché quello specifico per i salati mi sembra di avere un gusto troppo forte e i miei non lo gradiscono ultimamente. Buono il tuo pane !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di necessità virtù :) Grazie infinite, Claudia!

      Elimina
  5. Ecco un'alternativa rapida alle lunghe lievitazioni .... effettivamente con il caldo eccessivo degli ultimi mesila panificazione era quasi impensabile :-) Prendo nota anch'io :-)
    Buon fine settimana, a presto ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, sì, Anisja. Una calura da svenimento!
      Grazie mille e buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  6. CHE SALVEZZA QUESTA BELLA RICETTA, ASSOLUTAMENTE DA PROVARE!!!GRAZIE BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero una soluzione straordinaria, Sabrina. Grazie a te e buona serata!

      Elimina
  7. Cara Maria Grazia ho sentito parlare di questo pane ma non ho mai avuto occasione di realizzarlo:la semplicità della preparazione e il tuo ottimo risultata mi inducono a rimediare al più presto con la tua bellissima ricetta che mi ispira troppo,bravissima come sempre:)).
    Un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  8. Dici che non è nulla di nuovo e invece , per me, lo è eccome!! devo provarlo! sembra così soffice *__* sei la regina dei lievitati , Maria Grazia <3 buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sei sempre estremamente generosa, Anna. Grazie di cuore e buon inizio d'autunno!
      . Un bacio grandissimo!

      Elimina
  9. Buon weekend cara! Come dici tu non sarà nulla di nuovo ma io lo trovo stupendo ^_^ e goloso soprattutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre un tesoro, Luna! Un abbraccio grandissimo e grazie di cuore!

      Elimina
  10. Non l'ho mai fatto, ma un giorno potrà venirmi utile! Grazie per la condivisione, cara. Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Letissia! Un abbraccio e buona serata!

      Elimina
  11. arrangiarsi con quel che c'è in dispensa è una rara dote, bravissima, ci sei riuscita alla grande !Buona settimana, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono così brava, Chiara! Solo l'inspiegabile fortuna di essermi ricordata di questa utile soluzione :)
      Grazie infinite e un abbraccio!

      Elimina
  12. sei barva sei brava, in queste cosi si vede chi ha una marcia in più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmine, sei davvero troppo generoso! Ho solo eseguito le istruzioni trovate sul web ed ho avuto la fortuna di avere ancora qualche ingrediente utile in dispensa :)
      Grazie di cuore e buona giornata!

      Elimina
    2. Carmine, sei davvero troppo generoso! Ho solo eseguito le istruzioni trovate sul web ed ho avuto la fortuna di avere ancora qualche ingrediente utile in dispensa :)
      Grazie di cuore e buona giornata!

      Elimina
  13. eco questo non l'ho mai fatto!!! Interessante, molto!!! Bacioni e abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessantissimo e furbissimo. Marina :)
      Grazie! Mille baci a te!

      Elimina
    2. Interessantissimo e furbissimo. Marina :)
      Grazie! Mille baci a te!

      Elimina
  14. Mi piace il soda bread!!! Scrivo la ricetta mi potrà essere utile, bravaaaaaa e grazie<3

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.