mercoledì 20 marzo 2019

Slow Fish 2019. Il Mare, tesoro inestimabile.

Il Mare: bene comune. Questo sarà il filo conduttore di tutte le attività e gli eventi legati alla nona edizione di Slow Fish che si svolgerà, dal 9 al 12 maggio, tra il Porto Antico e Piazza Caricamento a Genova, zona dove si respira l'autentica anima marinara della Superba. 
È stato presentato ieri, martedì 23 marzo, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, l'evento internazionale dedicato alle risorse del mare organizzato da Slow Food e Regione Liguria con il patrocinio del Comune di Genova, del Ministero dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, con il sostegno della Camera di Commercio e la partecipazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo.






"Genova, principale porto italiano, sede naturale di questa manifestazione dal 2004, è legata indissolubilmente al suo mare - ha affermato il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti in apertura della conferenza stampa -  Slow Fish costituisce per la Liguria, un'importante palcoscenico per le eccellenze enogastronomiche della regione, già internazionalmente apprezzate. E dal Mar Ligure arrivano i gioielli più preziosi: le Alici del Levante, il Gambero Rosso di Santa Margherita, i Muscoli di La Spezia, per citarne solo alcuni".
Ma i principali temi al centro della manifestazione, saranno i cambiamenti climatici, gli effetti sul mare la sicurezza alimentare, il grave problema dell'invasione delle plastiche nei nostri mari e non solo. 
Il Mare è un bene comune preziosissimo e per questo è necessario cancellare i comportamenti e le abitudini che ne minano la salute. Così, Slow Fish focalizzerà la sua attenzione su pescatori, cuochi, artigiani, ricercatori ed aziende, ovvero su chi, in Italia e nel mondo, si sta occupando delle risorse marine nel modo giusto. Da qui l'idea di una Slow Fish Arena, novità di questa edizione, di cui, durante la conferenza stampa, ha parlato con entusiasmo Massimo Bernacchini, esponente del Comitato Esecutivo di Slow Food. Sarà un grande spazio all'interno del Porto Antico, nel quale i protagonisti dialogheranno con i visitatori raccontando le loro buone pratiche, fatte di piccoli e grandi progetti che ognuno di noi può applicare ogni giorno per tutelare un bene di tutti, il Mare.





Slow Fish Genova





"Costruire insieme un'economia diversa è possibile - ha affermato Carlo Petrini, presidente di Slow Food, facendo riferimento alle migliaia di giovani liguri che venerdì 16 marzo sono scesi in piazza per manifestare il desiderio di un futuro migliore - venite a Slow Fish, entrate nell'anima della manifestazione e diffondete i principi dell'educazione ambientale".










Nelle giornate di Slow Fish 2019, non mancheranno gli Appuntamenti a Tavola, cene durante le quali verranno serviti piatti creati da chef italiani ed internazionali. L'appuntamento è da Eataly Genova, al Porto Antico.
E poi i Laboratori del Gusto, dove verranno approfonditi i temi e raccontate le storie dei produttori, le Scuole di Cucina di Casa Slow Food, il Mercato, dove gustare ogni giorno preparazioni semplici e diverse, ascoltando qualche prezioso consiglio su come fare la spesa.
Tornerà la Piazza delle Feste, in cui ritrovare l'Enoteca e la sua ampia selezione di etichette proposte dalla Banca del Vino. E ancora, la Piazza Birre e Cucine con i food truck e lo street food delle cucine di strada.
Questo e molto, davvero molto altro, a pochi passi dal suggestivo centro storico, nel vivo e meraviglioso scenario del Porto Antico di Genova.



"Slow Fish è Genova, fa parte della nostra storia e torniamo qui con tutto l'affetto possibile verso questa città"

(Carlo Petrini, Presidente di Slow Food)


~


Il programma completo della manifestazione, gli orari, gli appuntamenti di educazione itinerante e le informazioni su come partecipare come espositori, sono su www.slowfood.it


Slow Fish riunisce le comunità della pesca che in tutto il mondo promuovono una nuova gastronomia fondata sulla tutela della biodiversità, il rispetto dell'ambiente e delle culture locali.
Cento delegati della rete dai cinque continenti saranno a Genova dal 9 al 12 maggio
Per segnalare la propria disponibilità ad ospitare un delegato è sufficiente compilare un form.
Per maggiori informazioni scrivere a ospitalita@slowfood.it.








5 commenti:

  1. Cara Maria Grazia, Genova è la città portuaria che rappresenta la grade Liguria.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio dal profondo del cuore per le meravigliose parole che hai usato per descrivere la mia città. Un grande abbraccio ed un ancor più grande sorriso, caro Tomaso :)

      Elimina
  2. La città perfetta per organizzare una manifestazione come questa! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima Laura, per l'affetto che dimostri nei confronti della mia città! Un bacio grandissimo!

      Elimina
  3. Si tratta di un tema molto complesso che riguarda sia il mare che il suo sfruttamento, lo seguirò on line, grazie

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, i commenti anonimi verranno eliminati.