lunedì 29 marzo 2021

Razione K - Conosci il tuo Cibo. EXTRA VERGINE, l'Olio come non è stato mai raccontato

Vi è mai capitato, trovandovi di fronte ad uno scaffale del supermercato ricco di prodotti definiti d'eccellenza, di rendervi conto di non avere elementi sufficienti o una piccola "razione" di conoscenza utile a compiere una scelta consapevole? Non sarebbe bello avere a disposizione una guida immediata ed affidabile?
Ebbene, questo strumento ora esiste e si chiama Razione K - conosci il tuo cibo, un format digitale di cultura del food, un innovativo strumento di riflessione che, con leggerezza ed estrema competenza, si propone di aiutare il consumatore nelle sue scelte.
Avvalendosi di un'efficace comunicazione social diretta ad un pubblico sempre più vasto e composto non solo da addetti ai lavori, Razione K rappresenta, in sostanza, una razione di conoscenza, una guida per quei consumatori che necessitano di informazioni immediate che siano loro di ausilio nel districarsi tra le infinite proposte della grande distribuzione o dei banchi del mercato.
Essenziale, quindi, ragionare su un concetto di qualità nuovo, più ampio e complesso, a cominciare dalla indispensabile connessione tra prodotto agroalimentare e territorio di origine. 
Il primo appuntamento digitale di Razione K, ha ottenuto un notevole successo e si è svolto oggi, lunedì 29 marzo alle 11,30 con un collegamento da Villa Durazzo Mombrini, una delle magnifiche ville storiche di Genova
Da una delle splendide sale affrescate della villa, Francesco Petacco, assaggiatore di olio, agronomo ed enologo, ha presentato EXTRAVERGINE, l'evento promosso in collaborazione con Unaprol, Consorzio Olivicolo Italiano
Durante il collegamento, quattrocento presenze in rete, dall'Italia e non solo, hanno dimostrato, attraverso commenti, riflessioni e quesiti, un grande interesse nel conoscere e condividere caratteristiche e peculiarità di un prodotto centrale della nostra economia e della nostra cultura. Sicuramente, un patrimonio spesso soggetto a contraffazioni, e talvolta vittima della scarsa e non precisa informazione. 







Nel corso di EXTRAVERGINEl'Olio Extravergine di Oliva è stato raccontato tramite un linguaggio nuovo:  un pizzico di leggerezza ed ironia, estrema competenza ed attraverso una degustazione collettiva guidata da Francesco Petacco. In connessione, 100 tra comunicatori del settore, operatori della filiera, blogger e giornalisti cui era stato precedentemente e cortesemente inviato un tris degustazione di varietà di olio italiane. 


Serial di Gusto e Lezioni di Extra Vergine

La degustazione dei tre campioni rappresentativi di tre varietà italiane è stato preceduta dal lancio in anteprima del geniale progetto audiovisivo "ExtraVergine" con protagonista Andrea Di Marco. Un trailer caratterizzato da atmosfere noir di grande effetto e da una appassionata quanto convincente interpretazione degli attori.
Abbiamo ritrovato poi Andrea di Marco, brillante attore e comedian, nelle vesti di assaggiatore in progress in compagnia del maestro Francesco Petacco. 
Un formativo viaggio sensoriale che ha regalato pillole di cultura dell'olio immediate e puntuali.


Gli Oli

Cultivar più importante della DOP della Riviera Ligure di Levante, la Razzola, protagonista del primo assaggio, ha regalato un fruttato medio prevalentemente riconducibile al sentore del carciofo. Un gusto equilibrato, adatto alla cucina tipica del territorio spezzino.
Peranzana , cultivar pugliese dal fruttato leggero non particolarmente intenso e con una consistenza più densa e corposa rispetto all'olio precedentemente degustato.
Biancolilla, cultivar tipico dell'agrigentino ma ormai coltivato in tutto il territorio siciliano, si è manifestato con un aroma più intenso, che rimanda alla foglia di pomodoro verde e con un gusto sorprendentemente più leggero rispetto ai precedenti campioni.








Sguardi nuovi sull'Extravergine

Nella parte conclusiva di questo evento di grande rilevanza formativa, prezioso è stato l'intervento di esperti del settore quali Sabrina Diamanti, presidente del consiglio dell'Ordine Nazionale Agronomi e Forestali, nonché consigliera dell'Associazione Donne dell'Olio Pandolea  e, in collegamento da Madrid, Michele Bungaro, capo dipartimento dell'Osservatorio Mondiale dell'Olio d'Oliva del COI.
Gli esperti hanno condiviso un punto di vista comune, quello dell'importanza dell'utilizzo di un nuovo modo di colloquiare con il consumatore e di promuovere il progetto di una educazione del cibo anche a livello scolastico, con un percorso didattico costante nel tempo.


 "Dentro una bottiglia tanto lavoro ed un mondo da scoprire"

L'intervento appassionato di  Marco Lucchi, titolare del Frantoio Lucchi e Guastalli di Castelnuovo Magra (SP), ha regalato l'emozione che solo chi è profondamente legato al proprio territorio e al proprio lavoro riesce a trasmettere.
I frantoiani lavorano, per così dire, nell'ombra. La passione dietro il loro impegno costante e faticoso non è molto conosciuta e  non tutti si rendono conto di che cosa significhi davvero operare all'interno di un'azienda agricola. 

Iniziative come EXTRA VERGINE non possono che venir apprezzate e salutate come un nuovo, vincente modo di fare cultura del cibo attraverso un linguaggio innovativo aperto al consumatore e alle sue esigenze.

Grazie, Razione K! Attendiamo, impazienti, il prossimo appuntamento.



Links utili:










12 commenti:

  1. Cara Maria Grazia, quante informazioni importanti ci regali!
    approfitto per abbracciarti e augurarti una serena Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per la tua costante ed affettuosa presenza, Annalisa!

      Elimina
  2. Ti auguro di riuscire a trascorrere, seppur con tutte le limitazioni a cui siamo obbligati, la domenica di Pasqua in totale serenità … sperando che sia l’ultima in pandemia! Buona Pasqua !
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero, cara Alice! Grazie infinite e auguri a te!

      Elimina
  3. Molto interessante, usiamo il nostro ottimo olio italiano!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che iniziativa interessante! Non la conoscevo proprio. Io ho la fortuna di prendere l'olio da un amico che lo produce direttamente dal suo uliveto. Altrimenti sarei completamente persa! Un bacioe buona pasquetta

    RispondiElimina
  5. L'olio d'oliva è l'autentico "oro liquido", una meraviglia che sia in Spagna che in Italia possiamo godere e per cui siamo privilegiati.
    Dobbiamo difenderlo e diffonderlo.
    Un saluto

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo, Pedro.
    Un caro saluto anche a te e buon proseguimento.

    RispondiElimina
  7. Ottimo articolo Maria Grazia i prodotti importanti come l'olio extravergine sono la nostra bandiera! l'unica cosa che curare gli uliveti e la procedura di di fare la frangitura alle olive costa molti sacrifici e una vita dura! Grazie comunque Maria Grazia per questa splendida lezione, speriamo che le persone in genere seguano questa lezione! Saluti da Gianpoggi

    RispondiElimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
I commenti anonimi verranno pubblicati solo se firmati.