venerdì 13 gennaio 2017

Insalata Tiepida di Cereali e Quinoa con Pere Caramellate, Noci, Scaglie di Grana Padano e Saba di Pere. Le conseguenze del Natale.

Ho idea che se dovessi verificare oggi, ad una settimana dal termine delle Festività, il livello del mio colesterolo LDL, l'esito delle analisi mi procurerebbe, diciamo così, un certo disagio. 
Pertanto, in attesa del temuto accertamento, ho responsabilmente pensato di dare il via ad un sano ma irrinunciabilmente gustoso regime depurativo.
Inizio con il salubre incontro di sapori regalato dal Mix Cereali e Quinoa di Riso Gallo, una novità gustosa e profumata della Linea Benessere.
L'esclusiva miscela di Riso Integrale, Riso Rosso Integrale e Quinoa Rossa accuratamente selezionata, si sposa perfettamente con il sapore dolce della pera Paradiso e con quello deciso del Grana Padano. 
Una manciata di gherigli di noci spezzati con le mani per conferire croccantezza all'Insalata ed il gioco è fatto.
Inizia davvero bene il mio periodo detox!

Buon week-end!

Maria Grazia



~


Il Riso Integrale

I suoi chicchi vengono privati solo della lolla, il rivestimento più esterno, mantenendo così una notevole quantità di fibre. In questo modo rimane intatta tutta la bontà del cereale fragrante.
Il riso inntegrale, ricco di vitamine e minerali,  è altamente digeribile,  ha un buon contenuto di sostanze antiossidanti ed un basso contenuto glicemico.

Il Riso Rosso Integrale

Varietà di riso dal chicco allungato e dall'inconfondibile colore rosso naturale. Il riso rosso integrale è molto nutriente e ricco di fibre. Regola i livello di zucchero nel sangue ed ha proprietà antiossidanti.
Contiene vitamina B& e minerali come Ferro, Magnesio e Zinco.

La Quinoa

Il suo nome scientifico è Chenopodium Quinoa ed è una pianta erbacea originaria del Sud America appartenente alla famiglia di spinaci e barbabietole.
Di questa pianta si consumano soltanto i semi (che in realtà sono frutti).
La Quinoa è in realtà uno pseudocereale. Nonostante i suoi semi siano ricchi di amido, non fa parte delle graminacee.
Le proprietà nutritive dei semi di Quinoa sono degne di nota: circa il 70% è composto da carboidrati ed il restante 30% è costituito quasi completamente da proteine. Preziosa la presenza di potassio, fosforo, ferro, manganese, zinoc, vitamine A ed E.
(fonte GreenStyle.it)











Insalata Tiepida di Cereali e Quinoa
con Pere Caramellate, Noci, Scaglie di Grana Padano e Saba di Pere


Ingredienti
(dosi per due persone)

200 g di Mix Cereali e Quinoa Riso Gallo
(Riso Integrale, Riso Rosso Integrale, Quinoa Rossa)
1 pera qualità Paradiso
Grana Padano
una manciatina di gherigli di noci
due cucchiai abbondanti di zucchero grezzo di canna
Saba di Pere
sale
limone








Lessare il mix di cereali e quinoa in acqua bollente salata. 
Nel frattempo, tagliare la pera a cubetti e irrorarla con succo di limone in modo che non annerisca.
Trasferire il frutto tagliato a dadini in un tegame dal fondo antiaderente con un cucchiaio d'acqua e due di zucchero grezzo di canna. 
Cuocere la pera su fuoco basso fino a che non sarà caramellizzata.
Scolare il Mix Cereali e Quinoa Riso Gallo al dente e condire con i cubetti di pera. 
Unire le noci precedentemente spezzate grossolanamente con le mani, il grana padano tagliato a scaglie con l'ausilio di una mandolina e condire con qualche goccia di Saba di Pere.








La Saba di Pere

Utilizzata da Apicio, ai tempi dei Romani, come dolcificante, viene ottenuta dal solo mosto di pere. Queste vengono cotte a lenta evaporazione ed in questo modo si ottiene una sorta di sciroppo piuttosto denso, un mix dolce/acido con sentori di frutta caramellata.
La Saba di Pere accompagna magnificamente formaggi freschi, bolliti e conferisce una nota insolita e golosa a gelati e yogurt.



lunedì 9 gennaio 2017

Rollé di Lonza di Maiale con Bietole e Speck Alto Adige IGP. Di cotte e di crude.

Quello di quest'anno è stato un tour de force natalizio più frenetico del solito.
I ritmi sono stati felicemente convulsi e nella cucina di Casa MG se ne sono viste di cotte e di crude.
Tra gli innumerevoli piatti preparati, quello che più mi ha deliziato è stato senza alcun dubbio questo classico rotolo farcito, tra le portate protagoniste dell'unico menu di carne delle Feste. 
Per la verità, ispirata da uno sfizioso ed insolito suggerimento trovato su un vecchio numero di Sale & Pepe, avrei dovuto utilizzare per la farcitura una meravigliosa mostarda di arance.
Ma a pochi giorni dall'Ora X e dopo una piccola indagine effettuata con la dovuta discrezione, ho appreso che non tutti i commensali avrebbero gradito il delizioso composto di frutta e senape.
Quindi contrordine e felice, anzi, felicissima sostituzione con un ottimo speck Alto Adige IGP. 

Buon ritorno alla consueta quotidianità e felice settimana!


Maria Grazia








Rollé di Lonza di Maiale con Bietole e Speck


Ingredienti

800 g di lonza di maiale
400 g di bietole pulite (luogo di coltivazione: Genova Pra')
100 g di speck Alto Adige IGP
1 scalogno
40 g di burro
un bicchiere scarso di vino bianco secco
sale
1 cucchiaino di farina d'orzo biologica (per la salsina)

Per il contorno

300 g di piccole patate rosse (luogo di coltivazione: Masone, Genova)









Aprire la lonza a libro (io ho chiesto di effettuare questa operazione al macellaio) e batterla tra due fogli di carta da forno. Salarla leggermente.
Mondare e sciacquare le bietole e cuocerle in pochissima acqua salata fino a che saranno appassite.
Lasciarle raffreddare, strizzarle bene e tagliarle finemente al coltello.
Tagliare lo scalogno a fettine sottili e stufarlo con 10 g di burro in un tegame dal fondo antiaderente. Unire le bietole, farle insaporire per un paio di minuti e spegnere il fuoco.
Distribuire uniformemente le verdure sulla lonza aperta, lasciando poco di un cm di bordo libero. Adagiare le fettine di speck sulle bietole ed arrotolare con delicatezza il rotolo, stringendolo bene durante l'operazione. 
Legarlo con spago da cucina, rosolarlo in un tegame con il burro rimasto e girando su tutti i lati in modo che si colorisca uniformemente.
Salare, versare il vino bianco, coprire e cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti.
Lasciar riposare al caldo il rotolo di lonza per una decina di minuti. Una volta che sarà intiepidito, eliminare lo spago e tagliarlo a fette.
Raccogliere qualche cucchiaio del fondo di cottura della carne e trasferirlo in una ciotolina. Unire un cucchiaino di farina d'orzo e mescolare fino ad ottenere una cremina fluida e non troppo densa. Versare un velo di salsa sulle fettine di lonza arrotolata e servire con le patate al vapore.

Il Contorno

Lavare le patate, cuocerle al vapore con la buccia finché non saranno morbide e tenerle al caldo.


~

Nota

La lonza che ho acquistato e che ho fatto aprire a libro dal macellaio, è risultata poi molto lunga. Così, ne ho ricavato due parti e quindi due rotoli farciti.