venerdì 22 maggio 2015

Paccheri Gratinati con Fave, Porro e Speck. Rinunce? No, grazie!

Non fu affatto piacevole il momento in cui appresi, ormai un anno e mezzo fa,  che avrei dovuto eliminare burro e latte intero dal mio regime alimentare (leggi il milione di post sulla mia poco amata dieta ipolipidemizzante ^_^ ). 
Fino ad allora, avevo avuto la fortuna di non dover rinunciare a nulla, ma proprio a nulla, a tavola!  Il burro, poi. Rinunciare a quel morbido panetto che profuma d'erba e di Dolomiti, acquisto irrinunciabile ogni anno al termine delle vacanze in montagna? Voglio dire, è davvero finita?
E la besciamella? Grazie al capriccioso colesterolo LDL avrei dovuto rinunciare ad una cremosa pasta al forno e a quella magnifica e dorata gratinatura?
Che sollievo, invece, nel realizzare di lì a poco che, con qualche correzione, una delle mie preparazioni preferite avrebbe continuato a deliziarmi! 
Latte scremato in sostituzione di quello intero ed il roux della besciamelle preparato non con il burro, ma con qualche cucchiaio di latte e farina di riso. Quindi, vai di lasagne e variazioni sul tema!
Ecco l'ultima, con i miei amati paccheri. Ve la consiglio per il fine settimana. 
La preparate domattina, e, dovesse avanzarne, la riscaldate per qualche minuto in forno o nel microonde per il pranzo di domenica.
E' buonissima anche il giorno successivo alla preparazione.

Felice week-end!

Maria Grazia









Paccheri gratinati con Fave, Porro e Speck



Ingredienti
(per 4 persone)

300 g di paccheri Pasta Lagano
300 g di fave (peso delle fave già sgranate. Ne ho acquistate circa 1,200 kg)
1 porro
80 g di speck Alto Adige IGP tagliato sottile
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
ricotta affumicata di bufala 
sale


La besciamella 

450 ml latte scremato
2 cucchiai abbondanti di latte scremato (per il roux)
1 cucchiaio di farina di riso (circa 25 g)


Scaldare 450 ml latte in una casseruola e nel frattempo preparare il roux sciogliendo la farina in 2 cucchiai abbondanti di latte. Aggiungere il latte caldo, portare ad ebollizione e spegnere il fuoco. 










La ricetta


Sgusciare le fave, trasferirle in un colapasta e sciacquarle rapidamente.
Pulire il porro eliminando le foglie più esterne e sciacquarlo sotto l'acqua corrente, eliminare le radici e le foglie più spesse sulla sua sommità. Tagliare a rondelle la parte bianca e farla rosolare in due cucchiai di olio extra vergine di oliva. 
Unire le fave, salare e cuocerle fino a quando non saranno croccanti. 
Nel frattempo, lessare i paccheri al dente e, una volta scolati, condirli con pochissimo olio evo perché non si attacchino. Trasferire la pasta nel tegame di cottura del porro e delle fave, mescolare bene, unire lo speck tagliato a a striscioline e la besciamella. 
Spennellare una teglia con poco latte, trasferirvi i paccheri conditi, cospargere con ricotta affumicata di bufala grattugiata con una grattugia a fori grossi e far gratinare in forno preriscaldato a 190° per circa 15 minuti.

Nota. Prima di riscaldare un eventuale avanzo, irrorare la pasta con un filo di latte.




34 commenti:

  1. Cara Maria Grazia, oggi ho mangiato molto bene, ma a leggere questa ricetta ho cominciato a risentire una gran voglia di mangiare! Ottima preparazione e ottimi accorgimenti per tenere i grassi del sangue sotto i livelli di guardia. Peccato per il burro profumato delle Alpi cui devi rinunciare, però vedo che hai trovato buone alternative. Un abbraccio carissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che colpo al cuore nel leggere "burro profumato delle Alpi", Andrea :D
      Non so se resisterò. Ho idea che, durante le vacanze, giusto un panetto da 100 g. lo porterò a casa :)
      Grazie mille! Sei sempre gentilissimo! Un abbraccio a te e buona serata!

      Elimina
  2. anch'io grazie al colesterolo non uso più la besciamelle che sostituisco con la ricotta ma adesso proverò questa tua versione della besciamella !!!! grazie e un caro saluto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima soluzione l'utilizzo della ricotta. a me hanno proibito anche quella. Unico formaggio consentito: i fiocchi di latte. No, non credo potrei farcela :)
      Grazie mille e buona serata!

      Elimina
  3. Ha un aspetto strepitoso, bisogna essere ancora più brave per fare cose così buone senza avvalersi dell'aiuto dei grassi, ma guardando qui si ha la prova concreta che non sono poi necessari, deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo confessartelo, Silvia. Capita che qualche volta non riesca proprio ad essere così ligia :)
      Grazie mille e buona serata!

      Elimina
  4. FARINA E LATTE DI RISO SONO OTTIMI SOSTITUTI, RENDONO I PIATTI MOLTO GUSTOSI, ALLA PARI!!!!!BELLISSIMO PRIMO, MI VIEN VOGLIA DI MANGIARLO!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  5. cercavo qualche buona ricetta con le fave, grazie ! Buon we cara, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo gentile, Chiara. Grazie mille e buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  6. Come ti capisco. Devo controllare colesterolo prodotto troppo e la glicemia. Quindi dolci niente (ma non sono golosa) uno ogni tanto, grassi non mi sono mai paciuti io faccio anche il soffritto con gli stessi ingredienti ma con l'acqua e un goccio di vino bianco che si appasisca tutto piano piano importantw è il sapore. Sono fortunata perchè burro e latte non li ho mai amati. Buona la tua idea di come fare la besciamella mi piace e anche le altre soluzioni. Il roux uso un pò di olio di semi e farina normale ma forse non puoi l'olio. Un abbraccio carissima ho preso nota e farò felice maritozzo. Buona fine settimana un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi invece io quanto profondamente amo burro e latte intero! :)
      Devo comunque riconoscere che la besciamella leggera che preparo ormai da parecchio tempo, non fa rimpiangere la classica ricetta.
      Grazie, Edvige! Sei sempre carinissima! Buon fine settimana anche a te e un abbraccio grande!

      Elimina
  7. Buongiorno dolcissima amica mia! Scusami per la latitanza di quest'utimo periodo, ma alcuni seri problemi famigliari mi hanno assorbito a tempo (quasi) pieno. Anch'io ho qualche problema con il famigerato LDL e purtroppo, non sono così ligia al dovere...So che dovrei mettermi seriamenta a dieta, ma in questo periodo della mia vita, mi risulta difficilissimo...Questi paccheri sono meravigliosi Maria Grazia, hanno un aspetto invitantissimo, nulla da invidiare a piatti carichi di grassi animali! Sei una vera forza! Ti stringo forte, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è sempre così semplice mantenere contatti costanti con le amiche, cara Mary. La quotidianità si fa sempre più frenetica e ricchi di impegni, spesso non si è presenti come si desidererebbe. Ti comprendo benissimo, ma ciò che conta è quella connessione di anime che talvolta il destino ci regala. E tu sei uno di quei doni. Un abbraccio grandissimo, mia dolce Mary e grazie ancora una volta per il tuo straordinario, prezioso affetto!

      Elimina
  8. Posso immaginare... non dev'essere per niente piacevole. Ma la fortuna è che, oggi come oggi, internet è pieno di ricette light mascherate, ricette senza uova, ricette senza burro, senza questo, senza quell'altro... dopo un pò si impara il metodo, e si riescono a ottenere dei piatti buonissimi senza sentirsi in colpa :D Questi paccheri sono davvero invitanti, amo le paste al forno bianche! Buon we :D

    RispondiElimina
  9. Come si può privare di un piatto così gustoso. Che bontà !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Besciamella leggera e non si rinuncia alla pasta al forno come piace a me :)
      Grazie mille, Claudia! Sei sempre carinissima!

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Geniale quella besciamella e golosissima proposta a prova di colesterolo capriccioso ^_^
    LDL 0 - MaryGrace 1 :-)))

    RispondiElimina
  12. Che ricetta gustosa, perfetta per un bel pranzo domenicale!. E' bello saper cucinare bene ed avere tanta fantasia, di modo da poter superare anche i piccoli ostacoli di salute che non permettono di mangiare alcuni alimenti.
    Questa ricetta intanto la segno e spero di farla presto!
    un bacione ;)

    RispondiElimina
  13. ho la coccottina verde identica alla tua, fantastici questi paccheri, veramnte gustosa!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  14. Un problema? una soluzione!!! Bravissima, soprattutto perchè non ti sei fatta abbattere ed hai trovato delle valide alternative!!!!

    RispondiElimina
  15. una versione di paccheri gustosissima e anche con prodotti freschi di stagione

    RispondiElimina
  16. ma che golaaa! io sono matta per la pasta al forno...e questa sembra davvero golosa!
    è vero se si trova la giusta formula il rinunciare... diventa più facile..
    bravissima !
    senti lo sai che ho postato il tuo cheeesecake vero?
    quando ti va passa da me! un bacione

    RispondiElimina
  17. Cara Maria Grazia, rieccomi anche qui da te dopo, l'adunata di noi alpini a Aquila, le foto fatte da me giustificano il clima di una festa che ogni anno si ripete.
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue foto sono sempre straordinarie ed io ti ringrazio di cuore per renderci in ogni occasione partecipi di eventi straordinari come questi.
      Grazie mille, caro amico! Un sorriso e buona serata!

      Elimina
  18. Adoro i paccheri così accoglienti, colmi di ripieno, sono una gran pasta come grande è il condimento che hai scelto, ottimo, di stagione, che fame! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero contenta che tu abbia apprezzato questo piatto, Lilli. Ce l'ho messa tutta per "depurarlo" di quegli ingredienti che io chiamo "vade retro" :)
      Grazie mille e un bacio grande anche a te!

      Elimina
  19. E' difficile essere ligia e spesso anche se ci si abitua per forza di cose o meglio per causa di forza maggiore, alla fine parliamoci chiaro...tanti ingredienti ci mancano se non possiamo utilizzarli !!!! Comunque ottima ricetta adoro i paccheri poi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, se è duuuura, cara Luna :)
      Anche se, ogni tanto, mi premio con qualche "sgarro" :)
      Grazie mille e buona serata!

      Elimina
  20. Maria Grazia tu sai di essere una tentazione vero??? Cioè, ho appena finito di pranzare, ma ricomincerei subito guardando il tuo piatto. Io adoro i paccheri. Di solito li faccio alla norma. Meglio smetterla. Ingrasso solo a parlarne. Un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questa tentazione puoi tranquillamente cedere, Melania. Non un grammo di burro e la leggerezza della farina di riso. Quindi, abbuffiamoci insieme :)
      Un abbraccio grande a te e grazie infinite!

      Elimina
  21. io trovo che sia un gran bel primo piatto molto gustose e trovo la ricetta molto indovinata proprio con gli accorgimenti che proponi, brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei gentilissimo, Carmine! Grazie di cuore!

      Elimina

Chiacchierare con voi è sempre una gioia.
Grazie per i pensieri ed il tempo che mi dedicate.
Mi dispiace, ma i commenti anonimi verranno eliminati.